rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Cronaca

Omicidio e aggressione a Montello: c'è un primo fermo di polizia. Indagini serrate per risalire al movente

Il fermato è un cittadino indiano di 38 anni ma gli investigatori sono ancora al lavoro per identificare gli altri responsabili dell'aggressione e ricostruire il quadro di quanto avvenuto sabato sera in via Monfalcone

C'è un primo fermo di polizia per i fatti di Borgo Montello. La squadra mobile di Latina ha sottoposto a fermo un cittadino indiano di 38 anni, Singh Jiwan, coinvolto nella violenta aggressione avvenuta sabato sera in via Monfalcone e sfociata nell'omicidio di Singh Jaseer, anche lui cittadino indiano di 29 anni. La vittima, secondo la prima ricostruzione degli investigatori, stava festeggiando la nascita del figlio quando la festa è stata interrotta dall'incursione di un gruppo di connazionali armati di spranghe e a quanto pare anche di pistole.

La persona fermata dagli agenti di polizia era fra i 10 feriti. Al momento però, come spiegano dalla questura, c'è il massimo riserbo sull'indagine che è ancora in corso per identificare gli altri partecipanti a quella che appare come una "spedizione punitiva" e per risalire al movente dell'aggressione. 

Gli investigatori stanno ancora cercando di ricostruire il quadro anche con l'aiuto dei testimoni e delle vittime e hanno confermato che l'attività investigativa è solo all'inizio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio e aggressione a Montello: c'è un primo fermo di polizia. Indagini serrate per risalire al movente

LatinaToday è in caricamento