menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Omicidio Del Prete, due ergastoli ridotti in Appello e un'assoluzione

Si è concluso il processo di secondo grado per il delitto di Vincenzo Del Prete, ucciso a colpi di pistola a novembre del 2013 mentre era in auto vicino alla sua abitazione a Borgo Hermada

Due condanne ridotte dall'ergastolo a 24 anni e sei mesi di reclusione e un'assoluzione. Si è concluso il processo d'appello a carico di Marino Cerasoli, Roberto Bandiziol e Cataldo Patruno, per l'omicidio di Vincenzo Del Prete, ucciso la sera del 18 novembre 2013 a Borgo Hermada. Del Prete, 45enne originario di Gaeta, era stato raggiunto da diversi colpi di pistola mentre era in auto vicino casa. 

Nel 2016 la Corte d'Assise del tribunale di Latina aveva condannato i tre imputati all'ergastolo, rispettivamente in qualità di mandanti del delitto e di mediatore (Patruno). Per l'omicidio era stato condannato in primo grado anche Tommy Maida a 16 anni di reclusione, mentre un altro degli arrestati, Gianpiero Maglietta, si era suicidato in carcere.

Nella tarda serata di ieri, lunedì 19 febbraio, la Corte d'Assise d'Appello ha emesso la sentenza.  Cerasoli e Bandiziol sono stati condannati a 24 anni di carcere mentre Cataldo Patruno è stato assolto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento