Omicidio a Santi Cosma e Damiano, 31enne freddato a colpi di pistola

Il delitto in via Vellotta, zona poco popolata della città. Secondo quanto ricostruito ci sono motivi passionali alla base del folle gesto del 23enne poco dopo costituitosi ai carabinieri

Freddato da 12 colpi di pistola. In modo atroce ha perso la vita un giovane di 31 anni ucciso ieri sera intorno alle 23 a Santi Cosma e Damiano.

In base alle prime indiscrezioni l’omicidio è stato commesso in via Vellotta, in una zona non molto popolata, per un contenzioso amoroso, in seguito ad un contrasto tra vittima e assassino per motivi sentimentali.

L’autore dell’omicidio è un ragazzo di 23 anni, M. P. originario di Casal di Principe, che qualche ora dopo il folle gesto si è costituito presso la caserma dei carabinieri del piccolo comune pontino consegnando anche l’arma del delitto.

La vittima, Fiore Pandolfo residente a Castelforte , e il giovane 23enne si sarebbero incontrati ieri sera, forse per chiarire la situazione; tra i due ne sarebbe scoppiato una violenta lite sfociata poi nella tragedia.

Dodici i proiettili che hanno raggiunto il 31enne all'addome e sparati da M. P. con una pistola legalmente detenuta. Quindi motivi passionali, rancori datati e mai sopiti tra i due alla base dell’efferato delitto che ora vede rinchiuso in carcere il ragazzo campano: secondo quanto si apprende più volte Pandolfo si sarebbe intromesso nel rapporto sentimentale tra il 23enne e una ragazza.

Sul posto oltre ai sanitari del 118, che hanno solo potuto constatare il decesso del 31enne, anche i carabinieri per i rilevamenti di rito. Arrestato a Formia, l’omicida nella notte è stato posto a disposizione dell’autorità giudiziaria

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente ad Aprilia, sono moglie e marito le due vittime travolte da un'auto in via La Cogna

  • Inseguimento e spari in strada: polizia esplode colpi contro l’auto dei rapinatori in fuga

  • Desirée, parla la mamma a Porta a Porta: "Con le cure obbligatorie sarebbe viva"

  • Non paga il pedaggio in autostrada, smascherato: danni per 10mila euro

  • "Madame furto" questa volta non si salva dal carcere: dai domiciliari finisce in cella

  • Trovato con cocaina e hascisc ammette tutto: "Dovevo pagare debiti di droga"

Torna su
LatinaToday è in caricamento