Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca

Omicidio: Manuel Ranieri si difende ma non risponde al gip

Questa mattina l'interrogatorio di garanzia per il 18enne, accusato, in concorso con altri due, dell'omicidio di Nicolas Adrian Gioroiu. Rilascia dichiarazioni spontanee ma si avvale della facoltà di non rispondere In corso l'autopsia

Si è svolto questa mattina l’interrogatorio di garanzia per Manuel Ranieri, il 18enne arrestato insieme ad altre due persone per l’omicidio di Nicolas Adrian Giuroiu, il rumeno di 28 anni sequestrato a Sabotino lo scorso otto marzo, ucciso e trovato in un pozzo di liquami ad Olmobello.

Tre giorni fa, per un problema di notifica, giunta in ritardo, il 18enne si era rifiutato di sottoporsi all’interrogatorio di convalida. Una volta emessa l’ordinanza di custodia cautelare, è stato fissato per questa mattina l'interrogatorio di garanzia, nel corso del quale il giovane ha preferito non rispondere alle domande del giudice per le indagini preliminari Mara Mattioli. Ha comunque rilasciato dichiarazioni spontanee, definendosi estraneo al delitto. "Non ho ucciso nessuno", ha detto questa mattina in carcere.

Intanto è in corso l’autopsia sul corpo di Gioroiu: il lavoro, iniziato alle 12, è eseguito dal medico legale Filippo Milano. L’esame sarà indispensabile alla ricostruzione esatta della dinamica dell’omicidio.

Per domani, invece, è previsto l’interrogatorio di garanzia del minorenne, il 15enne, parente di Manuel Ranieri, ristretto a Casal Del Marmo. In manette era finito anche Adrian Ginga, rumeno di 18 anni, accusato, in concorso con gli altri due, di sequestro di persona e omicidio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio: Manuel Ranieri si difende ma non risponde al gip

LatinaToday è in caricamento