Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca

Straniero sequestrato e ucciso, condannato a 8 anni un 16enne di Latina

Prima sentenza per l'omicidio di Nicolas Adrian Giuroiu, il 28enne rapito a Sabotino e ritrovato cadavere in un pozzo a Cisterna. Alla sbarra anche Manuel Ranieri e Adrian Ginga

Otto anni di reclusione: è quanto ha stabilito il giudice del Tribunale per i Minori di Roma Paola Manfredonia per il 16enne arrestato dalla squadra mobile con l'accusa di omicidio in concorso per la morte di Nicolas Adrian Giuroiu, il 28enne rapito lo scorso otto marzo a borgo Sabotino e trovato cadavere in un pozzo nelle campagne di Cisterna.

La sentenza è arrivata ieri pomeriggio dopo che il pubblico ministero Gaetano Postiglione aveva chiesto sedici anni per il ragazzino, difeso dagli avvocati Giancarlo Vitelli e Oreste Palmieri. Ora si trova ristretto a Casal del Marmo. Per il 16enne il processo si è svolto con rito abbreviato, che consente lo sconto di un terzo della pena.

Nel frattempo, a Latina si è aperto il processo nei confronti degli altri due giovani coinvolti nel delitto: Adrian Ginga Manuel Ranieri, entrambi di 18 anni sono comparsi venti giorni fa davanti ai giudici della Corte D'Assise. 

Per l’accusa, il tentativo della vittima di far prostituire la compagna di uno degli imputati sarebbe da ricondurre al movente. Una vicenda che la polizia era riuscita a chiudere in poco più di una settimana, arrestando tre persone.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Straniero sequestrato e ucciso, condannato a 8 anni un 16enne di Latina

LatinaToday è in caricamento