rotate-mobile
Martedì, 9 Agosto 2022
Cronaca

Omicidio di Gloria Pompili, a giudizio i tre aguzzini della ragazza

Il giudice ha rinviato a giudizio la cugina e il suo compagno e il marito della vittima. Maltrattamenti anche ai figli della ragazza di 3 e 5 anni

Compariranno nell'aula di tribunale il prossimo 6 novembre, davanti alla Corte d'Assise, i tre aguzzini responsabili della morte di Gloria Pompili, 23 anni, uccisa di botte la sera del 23 agosto scorso, a Prossedi, mentre tornava verso Frosinone. Il giudice ha rinviato a giudizio la cugina della vittima Loide Del Prete, 40 anni, il suo compagno Saad Mohamed Elesh Salem, 24 anni, egiziano, e il marito della vittima, fratello di Elesh, Hady Saada Mohamed Mohamed, 30 anni. I primi due sono direttamente accusati della morte della ragazza per maltrattamenti aggravati.

omicidio gloria pompili arresti-3

Omicidio di Gloria Pompili: arrestati i parenti

La giovane Gloria, che subiva vessazioni quotidiane, era stata pestata anche quel giorno. Un'aggressione talmente violenta da provocarle la fratture delle costole, lesionarle il polmone e procurarle la frattura della milza con una conseguente emorragia. Gloria si era sentita male in macchina mentre la cugina e il compagno la riportavano a casa dopo una giornata trascorsa sulla strada. Si è accasciata ed è morta, accanto ai suoi figli di 3 e 5 anni che erano in auto insieme a lei. 

Poco dopo i carabinieri avevano ricostruito il drammatico quadro, accertando le violenze a cui la donna era costretta ogni giorno da parte dei suoi parenti. Tutti e tre gli imputati comparsi oggi in aula sono accusati anche di maltrattamenti in famiglia ai danni dei figli di Gloria, che in un'occasione erano addirittura finiti in ospedale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio di Gloria Pompili, a giudizio i tre aguzzini della ragazza

LatinaToday è in caricamento