Cronaca

Omicidio di Massimiliano Moro: chi sono i quattro arrestati dalla polizia

L’operazione della Squadra Mobile coordinata dalla Dda di Roma; il delitto risale al 25 gennaio del 2010 ed inserito in quella che è stata ribattezzata la guerra criminale pontina

Quattro arresti per l’omicidio di Massimiliano Moro, avvenuto il 25 gennaio del 2010 nell’ambito di quella che è stata ribattezzata la “guerra criminale pontina”.

Oggi, lunedì 22 febbraio, ad un 11 da quel delitto, la polizia ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip di Roma su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia di Roma nei confronti 4 uomini, tutti indagati a vario titolo per la morte di Moro che fu assassinato all’interno della propria abitazione in largo Cesti a Latina con una pistola calibro 9 x 19.

Nell’ambito di quella che è stata soprannominata proprio “Operazione Moro”, agli arresti sono finiti oggi Andrea Pradissitto di 31 anni, Simone Grenga di 35 anni, Ferdinando Ciarelli detto Furt di 58 anni e Ferdinando Ciarelli detto Macù di 39 anni. 

Secondo quanto ricostruito dalla Squadra Mobile di Latina, che ha condotto le indagini di concerto con il Servizio Centrale Operativo della Polizia di Stato, sotto la direzione e il coordinamento della Dda di Roma, il delitto Moro è stata la vendetta ordita dal sodalizio criminale facente capo alle famiglie Ciarelli e Di Silvio al tentato omicidio di Carmine Ciarelli. Proprio l’agguato a Carmine Ciarelli, nella mattina dello stesso 25 gennaio 2010, spiegano dalla Questura, “ha segnato l’avvio di un nuovo e più forte sodalizio fra le due famiglie, che determinava un’immediata e spietata risposta criminale, al fine di riaffermare il proprio potere a scapito di quelle forze contrarie che avevano deciso di minarlo con un atto così eclatante”.

Omicidio Moro: 4 arresti - Tutti i particolari
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio di Massimiliano Moro: chi sono i quattro arrestati dalla polizia

LatinaToday è in caricamento