rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
Cronaca Formia

Formia, sindaco Bartolomeo: “Città infiltrata da organizzazioni criminali”

E’ il commento del primo cittadino nella giornata dell’ultimo saluto a Mario Piccolino, l’avvocato e blogger ucciso lo scorso 29 maggio: “Non abbiamo gli anticorpi naturali per vincere questa situazione; le istituzioni devono far fronte

La città è infiltrata e le istituzioni devono far fronte comune”: a parlare è il sindaco di Formia Sandro Bartolomeo, nel giorno dell’ultimo saluto a Mario Piccolino, l’avvocato e blogger di 71 anni ucciso con un colpo di pistola alla fronte lo scorso 29 maggio.

“Qui tutti sanno che uccidere Mario era come uccidere me - aggiunge il primo cittadino -. Mario si rendeva conto che le cose che scriveva erano pericolose. Non era inquadrabile ma era preoccupato.

Adesso la città si è stretta intorno a lui - prosegue - ma vuole anche risposte immediate. C'è un fatto imprescindibile, la città è infiltrata da parte di organizzazioni criminali, e dei loro interessi. Alcuni li conosciamo, altri no. Non abbiamo gli anticorpi naturali per vincere questa situazione perché per noi è nuova. Dal dopoguerra ad oggi non si è mai registrata una cosa simile. A questo devono far fronte le istituzioni. Servono controlli e non solo dopo tre giorni dall'uccisione di Piccolino, ma tutti i giorni”.

IL FRATELLO DELLA VITTIMA - “Sandro è esposto, molto, esposto - ha detto Marco Piccolino, fratello della vittima facendo riferimento al sindaco di Formia Bartolomeo -. Il colpo che ha ucciso mio fratello è un avvertimento a quello che questa amministrazione sta facendo per invertite una rotta. Quindi stategli vicino".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Formia, sindaco Bartolomeo: “Città infiltrata da organizzazioni criminali”

LatinaToday è in caricamento