rotate-mobile
Il caso / Priverno

Omicidio a Priverno, ferisce la madre e uccide il compagno di lei: arrestato

Il delitto consumato in un appartamento in via Madonna del Calle a Priverno nelle prime ore della mattinata di oggi. La donna ricoverata in gravi condizioni al San Camillo di Roma

Su di lui si erano sin da subito concentrati i primi sospetti degli investigatori, che ipotizzavano un omicidio e un tentato omicidio maturati nell'ambito di dissidi familiari e di una violenta lite. Così Luigi D'Atino, 33 anni, è finito agli arresti, gravemente indiziato dell'omicidio di Germano Riccioni, 49enne di Priverno, e del tentato omicidio della madre, Adele Coluzzi, classe 1966. Quest'ultima, scampata alla furia del giovane, è stata soccorsa e trasferita in eliambulanza all'ospedale San Camillo di Roma. Si trova in gravi condizioni ma non in pericolo di vita.

Il delitto si è consumato intorno alle 6 di questa mattina nel pieno centro del comune di Priverno, in via Madonna del Calle. I contorni di quanto accaduto però restano ancora da chiarire. Il 33enne, figlio della donna, rintracciato e portato in caserma nelle ore successive all'omicidio, è stato a lungo interrogato ma ha scelto la strada del silenzio. Su disposizione della procura è stato trasferito nella casa circondariale di Latina, dove resta a disposizione dell'autorità giudiziaria mentre proseguono gli accertamenti condotti dai carabinieri, che scavano nella vita della famiglia e nei rapporti di Luigi D'Atino con la madre e con il compagno di lei. I militari del Norm della compagnia di Terracina e i colleghi del Nucleo investigativo di Latina si sono concentrati sul figlio grazie alle testimonianze raccolte sul luogo del delitto e ai sopralluoghi effettuati all'interno dell'appartamento di Priverno.

IL VIDEO | Omicidio e tentato omicidio a Priverno, i rilievi degli esperti della scientifica

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio a Priverno, ferisce la madre e uccide il compagno di lei: arrestato

LatinaToday è in caricamento