rotate-mobile
Domenica, 29 Maggio 2022
Cronaca Cisterna di Latina

Omicidio di Cisterna, si indaga sui rapporti tra vittima e assassino

Nonostante la piena confessione da parte del 37enne che ha ucciso Ruggero D'Amato nella mattinata di sabato nella villetta nel quartiere Sant'Ilario, vanno avanti le indagini della polizia

Vanno avanti le indagini della polizia sull’omicidio di Cisterna di sabato scorso. Gli inquirenti in queste ore stanno cercando di andare a fondo nei rapporti tra la vittima e l’assassino, partendo dal racconto fatto dallo stesso 37enne durante l’interrogatorio di sabato mattina al commissariato di Cisterna.

Il movente del delitto sarebbe quindi legato al denaro, rimane ora da capire che tipo di rapporti legavano realmente il 54enne Ruggero D’Amato ucciso con una serie di colpi d’accetta da Emiliano Bollini.

I fatti si sono svolti nella mattinata di sabato nella villetta di via Valnerina nel quartiere Sant’Ilario a Cisterna che D’Amato aveva affittato al 37enne originario di Roma ma da qualche mese residente proprio a Cisterna.

Quello che sembra ormai certo è che l’omicidio sia arrivato al culmine di una lite fra i due avvenuta per una questione di soldi, e forse non solo quelli dell’affitto.

Nelle prossime ore il 37enne sarà interrogato in carcere dal Gip del tribunale di Latina.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio di Cisterna, si indaga sui rapporti tra vittima e assassino

LatinaToday è in caricamento