Omicidio a Scauri, Campanale morto per la lesione alla testa. Fissati i funerali

Continuano le indagini sull'omicidio consumato in via Sebastiani il 25 gennaio. Ieri l'esame autoptico sulla vittima

Si terranno probabilmente martedì 29 gennaio, nella chiesa di San Pietro Apostolo di Minturno, e non domani come inizialmente riportato, i funerali di Cristiano Campanale, il 27enne ucciso il 25 gennaio a Scauri dopo essere stato investito intenzionalmente da un'auto guidata da Eduardo Di Caprio, ora in carcere per omicidio volontario.  

Intanto sul corpo della vittima è stata effettuata ieri l'autopsia affidata al medico legale Gabriele Margiotta. L'esame ha confermato che il giovane di Minturno è morto sul colpo per la grave lesione alla testa provocata dal violento urto con l'auto, che ha procurato una emorragia. La vittima ha poi riportato diversi traumi agli arti inferiori. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sull'omicidio si continua ad indagare, nel tentativo di accertare l'esatta dinamica di quanto accaduto e l'ora della morte. Ma sembra ormai chiaro che all'origine ci sia una questione economica, legata probabilmente a un debito di circa 1.500 euro che Cristiano Campanale e il fratello Andrea dovevano restituire a Di Caprio. Prima della tragedia consumata in via Antonio Sebastiani c'era stato un precedente litigio nella mattinata. Secondo la ricostruzione a cui lavorano i carabinieri della compagnia di Formia, i due si erano poi dati appuntamento nel tardo pomeriggio per un chiarimento, davanti al negozio "Sottozero" di via Sebastiani. Qui l'auto di Di Caprio avrebbe cercato di investire i due fratelli, ma mentre Andrea è riuscito a scansarsi Cristiano Campanale è stato centrato in pieno ed è morto sul colpo. La furia dell'omicida si è poi rivolta al fratello della vittima, aggredito con un bastone. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Festa di nozze con 80 invitati, arrivano i carabinieri: tutti multati

  • Coronavirus, allerta arancione nel Lazio: 795 casi. D'Amato: "Si teme un peggioramento"

  • Coronavirus: nel Lazio 1219 nuovi casi, numeri record in provincia. D’Amato: “Questi i giorni più difficili”

  • Coronavirus, contagi inarrestabili. Nel Lazio quasi 600 nuovi casi, in provincia 47 in più

  • Piazza del Popolo torna agli anni ’70: a Latina le riprese del film "L’Arminuta"

  • Coronavirus, l'ondata non si ferma: 64 nuovi contagi, 21 sono a Latina

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento