Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca Fondi / Via Giovanni Pascoli

Omicidio Silvana Cerro a Fondi: fermati due uomini, uno è il figlio della vicina

Sarebbero i responsabili della morte di Silvana Cerro e della rapina violenta ai danni della vicina 78enne finita in ospedale. In manette in figlio dell'anziana e un complice. Si cerca un terzo uomo

Sono andate avanti per tutto il giorno le indagini dei carabinieri che stanno cercando di fare chiarezza su quanto accaduto nella palazzina al civico 5 di via Giovanni Pascoli a Fondi teatro nella serata di ieri di un efferato omicidio.

IL RITROVAMENTO DEL CADAVERE - Intorno alle 22 di ieri il corpo ormai senza vita della 57enne Silvana Cerro, originaria di Pontecorvo, viene ritrovato in casa dalla figlia appena rientrata e preoccupata perché non riusciva a sentire la mamma da un po’. La donna presenta i segni delle percosse, ha i polsi e le caviglie legate ed è imbavagliata. Al primo piano della stessa palazzina un'anziana di 78 anni, Concetta Lauretti, è invece ferita.

In un primo momento il movente dell’omicidio viene ricollegato ad una rapina degenerata e finita in tragedia di cui sarebbe stata vittima Silvana Cerro, con l’anziana rimasta ferita perché corsa in suo aiuto.

LE INDAGINI - Le intense indagini condotte nel pomeriggio dal nucleo investigativo provinciale, dal nucleo operativo della compagnia di Gaeta e dalla stazione di Fondi, hanno permesso di chiarire i contorni di una vicenda apparsa sin da subito estremamente intricata, di arrivare ad una svolta e di raccogliere importanti elementi accusatori a carico di due persone.

I FERMI - Nel tardo pomeriggio due uomini sono stati fermati; i militari hanno infatti dato esecuzione ad un decreto di fermo di indiziato di delitto nei confronti di un 56enne italiano, figlio della vicina di Silvana, Concetta Lauretti, e del suo complice, un cittadino di nazionalità marocchina di 43 anni, mentre ora è caccia ad un terzo uomo che avrebbe partecipato al raid.

LA RICOSTRUZIONE DEI FATTI – Secondo quanto ricostruito dai carabinieri ad essere rapinata, non sarebbe stata Silvana Cerro, ma la sua vicina Concetta Lauretti. Il 56enne figlio della donna, infatti, avrebbe citofonato alla madre per farsi aprire il portone del palazzo consentendo al complice di entrare nell’abitazione della 78enne aggredita e poi rapinata. La donna sarebbe quindi stata picchiata e derubata di 900 euro e di cinque anelli in oro.

Un destino tragico attendeva invece Silvana Cerro che avrebbe visto quanto stava accadendo. Il 43enne marocchino, insieme ad un complice in fase di identificazione, si sarebbero poi recati presso l’abitazione della 57enne anche lei aggredita violentemente, legata con le mani dietro la schiena con un nastro adesivo e imbavagliata con una federa. La donna sarebbe quindi deceduta per soffocamento.

Gli elementi raccolti dai carabinieri a carico dei due, hanno così permesso al pm Gregorio Capasso che coordina le indagini di emettere il decreto di fermo. I due sono ora stati trasferiti presso la casa circondariale di via Aspromonte.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Silvana Cerro a Fondi: fermati due uomini, uno è il figlio della vicina

LatinaToday è in caricamento