Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca Terracina

Omicidio a Terracina, conclusa l'autopsia sul corpo della vittima

Sembra confermata l'ipotesi di una morte per soffocamento per Umberto Esposito, 82 anni, sarto romano. Si attendono però gli tossicologici. Gli investigatori passano al setaccio la zona del ritrovamento, a La Fiora, e ascoltano i residenti

E' stata effettuata questo pomeriggio l'autopsia sul corpo di Umberto Esposito, 82enne, romano, il cui cadavere è stato ritrovato nel pomeriggio di ieri in un campo di ulivi a Terracina, in località La Fiora, lungo la via Consolare. L'esame autoptico sembra aver confermato la prima ipotesi: che cioè l'uomo sia morto per soffocamento. Sul corpo infatti non erano state rilevate ferite o segni di violenza. Ma solo con l'esito degli esami tossicologici il quadro potrà essere più chiaro anche per il medico legale. La salma è ora tornata a disposizione dei familiari.

La morte inoltre risalirebbe ad alcuni giorni prima del ritrovamento e quasi certamente è avvenuta in un altro luogo. Il cadavere dell'anziano sarto residente nella Capitale sarebbe poi stato legato, trasportato e abbandonato nelle campagne vicine a Terracina, in una zona nascosta e poco frequentata.

Le indagini dei carabinieri, coordinate dalla Procura di Latina, intanto proseguono. Gli investigatori, anche nella giornata di oggi, hanno passato al setaccio la zona in cui ieri sera una donna ha ritrovato il corpo incaprettato della vittima. Si cerca di capire se qualcuno dei residenti del quartiere possa aver notato movimenti insoliti, ma soprattutto si scava nella vita privata di Umberto Esposito.

Gli investigatori al momento non si sbilanciano. Ma una delle ipotesi in campo è che l'omicidio sia legato ai soldi e al mondo della prostituzione. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio a Terracina, conclusa l'autopsia sul corpo della vittima

LatinaToday è in caricamento