Omicidio a Terracina, la coppia in silenzio davanti al Gip. Confermato il carcere

Gheorgeta Vaceanu e Fabrizio Faiola, accusati dell'omicidio e rinchiusi a Rebibbia e al carcere di Latina, sono stati interrogati oggi ma si sono avvalsi della facoltà di non rispondere.

Si sono avvalsi della facoltà di non rispondere Gheorgeta Vaceanu, 24enne rumena, e il compagno Fabrizio Faiola, 35, arrestati dai carabinieri per l’omicidio dell’81enne Umberto Esposito, ritrovato morto nelle campagne di Terracina il 24 marzo scorso. I due conviventi erano stati fermati dai carabinieri qualche settimana dopo il ritrovamento del corpo dell’anziano sarto di Roma, accusati di sequestro di persona, omicidio, rapina e falsificazione di titoli di credito e indebito utilizzo di carte di credito e di pagamento.

Ascoltati oggi dal magistrato, lei nel carcere di Rebibbia, lui a Latina, hanno scelto di non parlare e di non rispondere alle domande.

Il loro arresto è stato convalidato dal giudice e per entrambi, assistiti dall’avvocato Maurizio Forte, è stata confermata la custodia cautelare in carcere motivata dalla sussistenza del pericolo di fuga.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Secondo la ricostruzione dei carabinieri, Esposito era arrivato a Latina il 14 marzo per un appuntamento con la ragazza, che conosceva da tempo e che aveva frequentato, e da quel momento era stato sequestrato, sedato e poi trasportato in un altro luogo, dove è rimasto fino al giorno della sua morte. La coppia intanto si era impossessata di carte di credito e bancomat della vittima e aveva effettuato acquisti e prelievi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: i contagi non si fermano: 139 nuovi casi nel Lazio e 11 in provincia

  • Latina, operazione "Dirty Glass": i nomi degli arrestati. Tra loro anche due carabinieri

  • Coronavirus, casi ancora in forte aumento: 165 in più nel Lazio e 23 in provincia

  • Operazione Dirty Glass: riciclaggio, estorsione e corruzione. Ecco i ruoli dei personaggi coinvolti

  • Operazione Dirty Glass: chi è Natan Altomare, "soggetto scaltro e pericoloso"

  • “Spregiudicato e di grande caratura criminale”: ecco chi è Luciano Iannotta

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento