Cronaca Cisterna di Latina

Omicidio a Velletri, era di Cisterna il pizzaiolo ucciso fuori dal suo locale

Ariton Shaskaj, 33 anni, è stato freddato con diversi colpi di arma da fuoco davanti alla moglie, alla figlia di 5 anni e al bimbo di 4

Viveva a Cisterna con la moglie e due figli, una bambina di 5 anni e un bimbo di 4, il 33enne ucciso a Velletri davanti alla sua pizzeria. Un'esecuzione a tutti gli effetti quella compiuta alle 23 di domenica sera sotto i portici di via Turati.

La vittima, Ariton Shaskaj, 33 anni, albanese, viveva nella cittadina pontina ma lavorava nel comune dei Castelli Romani dove aveva aperto il locale "Peccati di gola". Proprio all'uscita dalla pizzeria, è stato avvicinato da uno scooter con a bordo due uomini, uno dei quali ha esploso almeni tre colpi di pistola, non lasciandoli scampo.

Al vaglio degli inquirenti il racconto di alcuni testimoni che hanno descritto il mezzo utilizzato dai killer e la dinamica del fatto e i filmati di alcune telecamere del posto che potranno aiutare i carabinieri della compagnia di Velletri e del nucleo investigativo e di Frascati nelle indagini.

Tony, come tutti lo chiamavano, era molto conosciuto e integrato sia Cisterna che a Velletri. La vittima non aveva precedenti penali, aveva aperto la pizzeria che gestiva con la moglie da circa 6 anni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio a Velletri, era di Cisterna il pizzaiolo ucciso fuori dal suo locale

LatinaToday è in caricamento