rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca Monte San Biagio

Sparatoria a Roma, un morto: fermato un uomo di Monte San Biagio

Il 78enne, da tempo residente nella capitale, avrebbe esploso dei colpi contro due fratelli per un contenzioso legato ad un terreno. Uno non ce l'ha fatta, l'altro è ferito

Tutto sarebbe nato per un contenzioso legato ad un terreno. Questa, secondo una prima ricostruzione degli investigatori, sarebbe la motivazione alla base della sparatoria di ieri pomeriggio in via di Rocca Cencia, a Finocchio, a Roma costata la vita ad un 60enne.

Gli uomini della polizia della capitale poco dopo hanno rintracciato e fermato un uomo di 78 anni originario di Monte San Biagio, ma da tempo residente a Roma; secondo loro potrebbe essere stato lui ha sparare i colpi che hanno ucciso l’uomo e ferito gravemente il fratello di quest’ultimo.

Gli agenti sono ancora a lavoro per cercare di ricostruire l’episodio; tra il 78enne e i due fratelli ci sarebbe un contenzioso legato alla compravendita di un terreno del quale il primo pretendeva la restituzione o il pagamento, circa 15mila euro e, stando ad una prima ipotesi, i tre si sarebbero incontrati ieri pomeriggio presso un deposito di automobili.

Tra di loro sarebbe poi nata una discussione animata al termine della quale il presunto assassino avrebbe sparato i 4 colpi contro i due fratelli.

Il 78enne è poi fuggito a bordo di un’auto ma è stato presto rintracciato dagli agenti della polizia. Intanto, dopo essere stato trasportato d’urgenza al policlinico di Tor Vergata, con tre ferite al torace, Daniele Mencaglia è deceduto a causa della gravità delle ferite, mentre il fratello Ermete è ricoverato all’ospedale Casilino per un colpo ricevuto all’addome.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sparatoria a Roma, un morto: fermato un uomo di Monte San Biagio

LatinaToday è in caricamento