Cronaca

Operazione Arpalo, iniziati gli interrogatori in carcere: parlano solo Di Raimo e Palombi

Si sono avvalsi della facoltà di non rispondere alcuni degli indagati ascoltati oggi dal gip Campoli

Conclusi gli interrogatori dei primi indagati dell'inchiesta Arpalo. A partire da questa mattina il gip del tribunale di Latina Laura Matilde Campoli ha ascoltato, nella casa circondariale di via Aspromonte, i destinatari della misura cautelare in carcere.

Si sono avvalsi della facoltà di non rispondere il figlio di Paola Cavicchi Fabrizio Colletti, Giovanni Fanciulli e la stessa Cavicchi. Hanno invece parlato a lungo e risposto alle domande del magistrato Pietro Palombi e Salvatore Di Raimo. Entrambi hanno respinto tutte le accuse e Di Raimo ha spiegato in particolare di non aver mai conosciuto né incontrato Pasquale Maietta ma si limitava ad inviare i bilanci che gli venivano consegnati al sistema informatico dell'Agenzia delle entrate. Palombi ha invece precisato di essere assolutamente estraneo ai meccanismi e al sistema contestato nell'ordinanza. 

Nel pomeirggio di oggi in programma anche l'interrogatorio dell'ex deputato ed ex presidente del Latina Calcio Pasquale Maietta, raggiunto dal giudice per le indagini preliminari Laura Matilde Campoli nella clinica privata della Capitale dove da qualche giorno è ricoverato in seguito alll'incidente domestico dello scorso 8 aprile, e dove da lunedì è piantonato dopo che dalla Squadra Mobile di Latina gli è stata notificata la misura cautelare in carcere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operazione Arpalo, iniziati gli interrogatori in carcere: parlano solo Di Raimo e Palombi

LatinaToday è in caricamento