Il riciclaggio di denaro nelle società di Iannotta: arrestato anche Pasquale Pirolo, legato alla camorra

L'uomo, considerato braccio destro di Antonio Bardellino, è finito agli arresti insieme all'imprenditore originario di Terracina nell'ambito dell'inchiesta Dirty Glass

L'arresto di Pasquale Pirolo

Rapporti consolidati con la criminalità organizzata del territorio pontino, protezione ad alti livelli assicurate da funzionari corrotti e appartenenti alle forze dell'ordine. Ma anche legami stretti con un personaggio chiave considerato vicino alla camorra campana. Pasquale Pirolo, 71 anni, originario di Curti, in provincia di Caserta, è stato arrestato oggi dalla squadra mobile nell'ambito dell'operazione Dirty Glass. 

"Dirty Glass": il video dell'operazione

Se Luiciano Iannotta, 49enne imprenditore della provincia di Latina, è il perno intorno al quale ruota l'intera indagine coordinata dalla Dda di Roma, Pirolo è considerato dagli investigatori colui che svolge il ruolo di intermediario proprio tra Iannotta e i due imprenditori campani Gennaro e Antonio Festa, entrambi di Napoli, garantendo il riciclaggio di denaro di provenienza illecita nelle società del 49enne, in particolare nell'azienda Italy Glass, finita oggi sotto sequestro. Secondo l'accusa l'aumento di capitale sociale sarebbe avvenuto attraverso un finanzimento soci che ha permesso ai Festa di inserirsi in maniera occulta nella società con quote per circa il 40%. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli arrestati lasciano la Questura

Ma Pasquale Pirolo è un personaggio già noto, con un lungo curriculum criminale che certo non poteva essere sfuggito a Luciano Iannotta. Come riporta Caserta News, era considerato il braccio destro di Antonio Bardellino, fondatore della "Nuova Famiglia" da cui è nato il clan dei Casalesi. Nella sentenza Spartacus viene indicato come "uomo di fiducia di Antonio Bardellino, soprattutto nel settore del reimpiego di capitali illeciti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni amministrative 2020, i risultati: è ballottaggio a Fondi e Terracina

  • Elezioni a Fondi 2020: è ballottaggio tra Maschietto e Parisella

  • Elezioni a Terracina 2020: è ballottaggio tra Roberta Tintari e Valentino Giuliani

  • Coronavirus, 195 casi nel Lazio e tre morti. In provincia dati in flessione dopo il picco

  • Coronavirus Latina, nuovo picco di contagi: altri 30 positivi in provincia

  • Coronavirus: ancora 230 casi positivi nel Lazio e 22 nuovi contagi in provincia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento