Martedì, 23 Luglio 2024
Cronaca Aprilia

Telecamere e vedette a difesa della piazza di spaccio. Blitz di polizia e carabinieri, perquisizioni e arresti

L’attività, tra gli applausi dei residenti, del quartiere di Aprilia. La piazza di spaccio nella casa popolare occupata: sequestrati quasi un etto e mezzo di droga e soldi; due persone finiscono in carcere, una è stata denunciata

E’ scattata nella mattinata di oggi, venerdì 7 giugno, un’operazione interforze ad Aprilia. In campo sono scesi polizia e carabinieri che hanno concentrato la loro attività nella zona delle case popolari di via Inghilterra. 

Il bilancio finale è di due arresti e una denuncia per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. L'attività, che ha visto la collaborazione degli agenti del Commissariato di Cisterna e dei carabinieri del locale Reparto Territoriale, è nata da varie segnalazioni che avevano evidenziato una possibile piazza di spaccio gestita in uno stabile.

Gli accertamenti dopo le segnalazioni

Dagli accertamenti era emerso che all’interno dell’appartamento segnalato si erano insediati abusivamente alcuni soggetti, serrandosi all’interno con una grata posta a protezione della porta e istallando una serie di telecamere per riprendere sia l’entrata dell’appartamento che la strada nei pressi dell’ingresso della palazzina, in modo tale da poter controllare gli accessi. Sono stati così predisposti appostamenti e servizi di osservazione che hanno consentito di identificare alcuni dei soggetti presumibilmente coinvolti nella gestione dell’attività di spaccio e inoltre il sequestro effettuato dalla polizia a un acquirente ha fornito ulteriori elementi utili; l’uomo sentito dagli investigatori ha infatti confermato di essersi recato più volte in quello stabile per comprare droga.

Il blitz di oggi 

E stamattina è scattato il blitz. Su delega congiunta dell’Autorità Giudiziaria, polizia e carabinieri, con l’ausilio di un’unità cinofila e il supporto aereo di un elicottero, hanno effettuato perquisizioni locali e personali proprio nel luogo dove era stata individuata la presunta gestione dell’attività di spaccio. Un’attività non semplice resa particolarmente difficoltosa dallo sbarramento con grate in ferro a tutela di ingressi indesiderati, ma che ha dato esito positivo. Addosso a uno dei soggetti perquisiti, posto di vedetta all’esterno dello stabile, sono stati infatti rinvenuti 0.7 grammi di sostanza del tipo crack- cocaina. La perquisizione dell’appartamento ha invece consentito di rinvenire, oltre ad un telefono cellulare ed un articolato sistema di videosorveglianza composto da 8 telecamere, anche denaro contante per un totale di 7.695 euro in banconote di vario taglio che erano state occultate sotto un materasso insieme a materiale di varia tipologia, presumibilmente utilizzato per il confezionamento della droga, tra cui un bilancino di precisione e numerose bustine. Sono stati trovati anche 102 grammi di droga tipo crack- cocaina e 31, 5 grammi di hashish.

IL VIDEO | Piazza di spaccio nei quartieri popolari, controlli con l'elicottero

Due gli arresti, immobile sequestrato 

Al termine delle attività i due soggetti sono stati tratti in arresto per traffico di sostanza stupefacenti ed un terzo è stato denunciato all’autorità giudiziaria. Concluse le operazioni di rito i due arrestati sono stati portati in carcere. L’appartamento che era stato abusivamente occupato è stato restituito al dipartimento valorizzazione del patrimonio e Politiche abitative di Roma capitale per le procedure di regolare riassegnazione dell’immobile.

Il plauso dei cittadini 

L’operazione congiunta condotta da polizia e carabinieri ha ricevuto il plauso dei residenti della zona, che hanno ringraziato il personale per la brillante attività.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Telecamere e vedette a difesa della piazza di spaccio. Blitz di polizia e carabinieri, perquisizioni e arresti
LatinaToday è in caricamento