Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca

Processo ‘Scheggia’, annullata la sorveglianza speciale per Gina Cetrone

La decisione della Corte di appello per l’ex consigliere regionale imputata con Umberto Pagliaroli, Armando Di Silvio e i suoi figli

Cade anche l’ultima misura cautelare a carico dell’ex consigliere regionale Gina Cetrone, imputata nel processo ‘Scheggia’ con l’ex marito Umberto Pagliaroli, Armando Lallà Di Silvio e i figli di quest’ultimo Gianluca e Samuele, tutti chiamati a rispondere di estorsione, atti di illecita concorrenza, violenza privata, più gli illeciti connessi alle amministrative di Terracina 2016, tutti aggravati dal metodo mafioso.

La IV Sezione della Corte di Appello di Roma, tramite decreto, ha accolto l’appello presentato dal legale della donna, l’avvocato Lorenzo Magnarelli, annullando il provvedimento con il quale ad ottobre 2020 era stata applicata dal tribunale collegiale di Roma la misura di prevenzione della sorveglianza speciale per la durata di un anno nei suoi confronti. E’ caduto dunque l’ultimo vincolo alla libertà personale.  

Determinanti ai fini dell’accoglimento dell’Appello sono stati, spiega la difesa, gli esiti delle investigazioni difensive e l’acquisizione di una informativa redatta dalla Questura di Latina ma mai versata negli atti prima dell’esercizio delle investigazioni difensive su indicate, “con la quale la difesa ha provato che nel periodo oggetto della procedura la Cetrone era una vittima di Riccardo, così come attestato dai pedinamenti e dalle intercettazioni indicati in tale informativa. Circostanza questa totalmente incompatibile con l’imputazione di prevenzione elevata nei confronti della Cetrone. Anche il Tribunale di Latina, così come la Corte di Appello, ha accolto la richiesta di integrazione probatoria formulata dall’avvocato Magnarelli e basata proprio sull’escussione degli estensori di tale informativa e successivamente al provvedimento con il quale è stata ammessa tale integrazione probatoria – conclude la difesa - il Tribunale di Latina ha revocato la misura cautelare residuale precedentemente esistente nei confronti della Cetrone”. La prossima udienza del processo è fissata per il 7 settembre quando il collegio di difesa controesaminerà il collaboratore di giustizia Agostino Riccardo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Processo ‘Scheggia’, annullata la sorveglianza speciale per Gina Cetrone

LatinaToday è in caricamento