Cronaca Aprilia

In casa opere d’arte rubate, 3 denunce. Sequestrate tele da 500mila euro

Operazione dei carabinieri di Aprilia che hanno denunciato un commerciante di 59 anni e la compagna di 32, insieme ad un 67enne di Roma, conosciuto nell'ambiente dei trafficanti di opere d'arte rubate

Una coppia di Aprilia e un commerciante di Roma, conosciuto nell’ambiente dei trafficanti di opere d’arte rubate, denunciati dai carabinieri nell’ambito di una serie di controlli svolti dall’inizio dell’anno tra gli antiquari ed i rigattieri operanti nel territorio proprio di Aprilia.

Durante gli accertamenti i militari del reparto territoriale, sono arrivati ad identificare una persona, attiva nel settore, trovata in possesso, al termine di alcune perquisizioni domiciliari, di 7 tele e un fronte porta in metallo di un tabernacolo con immagine sacra, tutto posto sotto sequestro perché di dubbia provenienza.

In particolare, i carabinieri hanno scoperto che tre delle sette tele erano state rubate il 10 settembre del 1998 in casa di un antiquario di Roma, altre presso l’abitazione di un cittadino sempre della capitale un mese prima e di un’altra donna il 28 agosto 2004, mentre il fronte porta era il risultato di un furto commesso il 31 gennaio del 2007 in un esercizio antiquariale di Roma.

Le opere, come accertato dalla Soprintendenza per i beni Artistici ed Etnoantropologici del Lazio appartengono al periodo compreso tra il XVII e il XX secolo per un valore stimato di 500mila euro.

Denunciati così un commerciante di Aprilia di 59 anni, già noto alle forze dell’ordine per reati specifici, la compagna di 32 anni e un collega di Roma di 67 anni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In casa opere d’arte rubate, 3 denunce. Sequestrate tele da 500mila euro

LatinaToday è in caricamento