Cronaca Formia

Formia, rinvenuti circa 200 ordigni bellici sul monte di Gianola

Si tratta di duecento pezzi tra proiettili di fucile e mitra risalenti alla seconda guerra mondiale; artificieri a lavoro per la rimozione degli ordigni poi fatti brillare in una cava a Gaeta

Duecento ordigni bellici sono stati ritrovati sul monte di Gianola a Formia durante i lavori di recupero archeologico della villa di Mamurra.

Stamattina le operazioni di rimozione dei 200 pezzi tra proiettili di fucile e mitra risalenti alla seconda guerra mondiale, a cui ha partecipato anche il Comune di Formia.

La squadra di artificieri dell’Esercito, supportati da personale della polizia municipale e da un’ambulanza della Croce Rossa, ha provveduto alla rimozione degli ordigni che, successivamente, sono stati fatti brillare in una cava di Gaeta.

A bordo dell’ambulanza ha svolto servizio “volontario” un medico d'eccezione, Maurizio Tallerini, Presidente del Consiglio Comunale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Formia, rinvenuti circa 200 ordigni bellici sul monte di Gianola

LatinaToday è in caricamento