Boato in via Pontinia, auto fatta esplodere: atto intimidatorio?

Per ora è la pista più battuta dagli uomini della Questura di Latina che indagano sulla vettura fatta saltare in aria. Ritrovata polvere da sparo, anche se non viene esclusa nessuna ipotesi

Atti intimidatorio, minacce senza proferire parola. Questo è uno dei fenomeni che più sta sconvolgendo il territorio pontino.

L’ennesimo episodio si è verificato nella tarda serata di ieri. Intorno alle 22 un tremendo boato ha squarciato il silenzio via Pontinia a Latina. Un ordigno è stato fatto esplodere all’interno di una Smart Fortwo dell'agenzia funebre Tovalieri del capoluogo parcheggiata lungo il marciapiede all’altezza dell’incrocio con via Tucci.

L’allarme è stato lanciato da alcuni passanti che in primo momento avevano pensato ad un petardo di Capodanno rimasto inacceso. Sul posto sono intervenuti gli uomini della Questura di Latina e i vigili del fuoco. Quest’ultimi hanno appurato che in seguito all’esplosione non era stato innescato nessun focolaio all’interno della vettura.

Grazie ai primi rilievi sono state riscoperte alcune tracce di polvere da sparo che hanno testimoniato la presenza di un ordigno all’interno dell’auto che era parcheggiata da alcuni giorni per un guasto tecnico che aveva costretto anche a lasciare il finestrino aperto.

Tutto fa quindi pensare ad un atto intimidatorio, anche se in queste prime ore gli agenti della Mobile, che stanno portando avanti le indagini, non hanno voluto sbilanciarsi e tengono aperte tutte le strade.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sezze, prostituzione minorile: 50enne fa sesso con una ragazzina pagando la madre

  • Straordinaria scoperta a Priverno: scheletri e sepolture di epoca medievale

  • Lavori sulle condotta idrica, Latina senza acqua giovedì 12 settembre

  • Garage a fuoco in via Geminiani: evacuato un palazzo. Intossicati alcuni residenti

  • Incidente sul lavoro a via Monti, lesioni compatibili con la caduta dal ponteggio

  • La buona sanità a Formia, bimbo cade e si rompe la milza: il chiururgo torna in ospedale e lo salva

Torna su
LatinaToday è in caricamento