rotate-mobile
Cronaca Formia

Porto di Formia, pulizia dei fondali: spunta un ordigno bellico

Durante l'attività di monitoraggio e bonifica dei fondali presso la banchina Vespucci, la sorpresa: rinvenuta un'ogiva d'artiglieria lunga 75 mm risalente alla seconda guerra mondiale

È spuntato dalle acque del porto di Formia durante l’attività di monitoraggio e bonifica dei fondali avviata questa mattina alla banchina Vespucci. Un ordigno risalente alla seconda guerra mondiale è stato trovato proprio stamattina durante le prime attività promosse dalla guardia costiera di Formia in sinergia con l’amministrazione comunale.

L’operazione, effettuata dal sommozzatore Salvatore Gonzales con la collaborazione dei guardacoste e di alcuni operatori del servizio Ambiente del Comune, ha riguardato lo specchio d’acqua antistante il molo; sul fondale è stata trovata immondizia di ogni genere, da cavi di acciaio a polistirolo, persino un cassonetto dei rifiuti.

Ma, mentre il sub scandagliava i fondali, la sorpresa: rinvenuta un’ogiva d’artiglieria lunga 75 mm, ancora attiva. Per questo l’attività è stata quindi interrotta e il tratto di mare delimitato ed interdetto al transito dei mezzi navali mentre dal quartier generale della Guardia Costiera partiva la segnalazione agli artificieri. Saranno loro ad operare il recupero e brillamento dell’ordigno.

Porto di Formia, trovato ordigno bellico

Accanto al comandante del porto di Formia Marco Vigliotti, a seguire le operazioni c’era il vicesindaco Maria Rita Manzo, titolare della delega alle Politiche Ambientali. “Da giorni – spiega quest’ultima - staziona in banchina il battello spazzamare della Provincia. Siamo perfettamente consci della sua utilità, fummo noi ad attivarlo. Proprio per questo ci chiediamo perché sia ormeggiato da giorni senza prendere il mare. Abbiamo appreso dalla stampa che effettuerà il servizio sul litorale di Scauri e Minturno. Vuol dire che Formia sarà esclusa? Fosse così, faticheremmo a comprenderne il motivo, specie ora che le alte temperature favoriscono le fioriture algali ed un intervento di pulizia delle superfici migliorerebbe la qualità delle acque di balneazione. Alla Provincia - conclude - chiediamo quindi di attivare il servizio e di estenderlo a tutto il litorale”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Porto di Formia, pulizia dei fondali: spunta un ordigno bellico

LatinaToday è in caricamento