rotate-mobile
Giovedì, 30 Giugno 2022
Il caso / Latina Lido

Fegato e rene ritrovati in mare all’esame degli anatomo patologi di Tor vergata

La Procura ha disposto l’invio dei resti a Roma per chiarire se sono di origine umana o animale

Sono all’esame dell’istituto di anatomia patologia dell’università di Tor Vergata di Roma gli organi - che ad un primo esame sembrerebbero essere un fegato e un rene - ritrovati nelle acque del mare di Latina tra martedì 21 e mercoledì 22 giugno. 

A darne notizia la Procura della Repubblica del capoluogo pontino che sulla vicenda ha aperto un’inchiesta. Gli organi trovati in mare sono stati fissati in formalina e portati nella capitale dove saranno sottoposti ad esame medico legale ed anatomopatologico per determinarne l’appartenenza in considerazione del fatto che gli organi umani a volte hanno analogie di struttura e dimensioni con quelli animali.

“Per tale motivo – spiega il procuratore della Repubblica Giuseppe De Falco - è necessario esaminare correttamente i reperti oggetto di rinvenimento per poter escludere in maniera certa che si tratta di organi umani”. Tale accertamento sarà effettuato nei prossimi giorni dai medici legali e anatomo patologici trattandosi di esami che richiedono una tempistica prestabilita.

Soltanto all’esito di tali verifiche sarà possibile sapere se fegato e rene siano di origine umana o animale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fegato e rene ritrovati in mare all’esame degli anatomo patologi di Tor vergata

LatinaToday è in caricamento