Cronaca

Padre e figlio, spacciatore e “palo”: arrestati mentre vendevano crack

Due pregiudicati di Latina, un 19enne e il suo genitore, colti sul fatto mentre cedevano 2,5 grammi di droga a una straniera. In casa avevano anche marijuana e hashish

“Tale padre, tale figlio” recita un vecchio adagio. Un proverbio ancor più vero se applicato ai loschi affari dello spaccio di droga. E vero lo è almeno nel caso di una coppia di pregiudicati di Latina, padre e figlio, tornati in manette nelle prime ore di oggi perché sorpresi mentre vendevano 40 euro di crack a una straniera.

I carabinieri del nucleo operativo e radiomobile del capoluogo pontino hanno infatti arrestato in flagranza di reato Fabrizio M., 39enne pluripregiudicato, e suo figlio Luca, 19 anni ma già dalla fedina penale non immacolata. Entrambi sono accusati di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

I militari dell’Arma, impegnati in uno specifico servizio, hanno sorpreso il giovane pusher mentre riceveva da una cittadina straniera 40 euro, versati quale anticipo per l’acquisto di quattro dosi di 2,5 grammi di crack. Poco distante, a far da palo, c’era suo padre, che aveva il compito di avvertirlo in caso di arrivo delle forze dell’ordine. Qualcosa però non ha funzionato e entrambi sono finiti in manette.

Nel corso della perquisizione presso la loro abitazione sono stati rivenuti altri 0,5 grammi di crack, 5 grammi di marijuana, 1 di hashish, oltre al necessario per pesare, tagliare e confezionare la droga. Trovati anche 50 euro, frutto dell’attività di spaccio.

Gli arrestati sono stati trattenuti nelle camere di sicurezza dell’Arma dei carabinieri, in attesa della celebrazione del rito per direttissima. Lo stupefacente e l’intera somma di denaro sono stati sottoposti a sequestro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Padre e figlio, spacciatore e “palo”: arrestati mentre vendevano crack

LatinaToday è in caricamento