Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca Prampolini / Via Amaseno

Palazzi al posto del Parco Santa Rita, la protesta dei cittadini

Monta la protesta dei cittadini per quella che definiscono una nuova "colata di cemento" che andrebbe a sostituire l'oasi verde alle spalle della Corradini. Una veglia di protesta in programma per stasera

Dopo l’episodio di via Quarto, dove due alberi di eucalipto giganti sono stati abbattuti per lasciare spazio ad una nuova palazzina, il caso si potrebbe ripetere, in una zona poco distante, e monta la protesta, di nuovo, dei cittadini.

La mobilitazione questa volta è in difesa del Parco Santa Rita - quello alle spalle della scuola Corradini per intenderci -. Da giorni i residenti della zona hanno dato vita ad un volantinaggio serrato per informare i cittadini di quanto potrebbe accadere all’area verde e per questa sera è stata organizzata una nuova veglia di protesta.

Due, secondo la revisione del Ppe della zona R3, gli edifici che dovrebbero essere realizzati al posto di altrettante ampie porzioni del parco - il palazzo della Chiesa evangelica e un palazzo di 5 piano nell’area verde tra via Galvaligi e via Teano -. “Ci risiamo! Il lupo perde il pelo ma non il vizio - si legge su volantino distribuito dai cittadini in cui si fa riferimento a quanto accaduto più di 20 anni fa nella zona -. Nel 1992 alcuni speculatori edili tentarono di realizzare due palazzoni di 5 piani sul terreno da poco acquistato dal Comune per la realizzazione del Parco di Santa Rita. La decisa reazione della popolazione, unita alla sensibilità dell’allora sindaco Redi, impedì quello scempio”.

volantino_parco_santa_rita-2 IL VOLANTINO DEI CITTADINI

Ebbene oggi, quello che non riuscì allora in modo diretto – si legge nel volantino – viene tentato in modo indiretto grazie alla ”disponibilità dei nostri attuali amministratori che con la revisione del Ppe R3 mettono a disposizione della speculazione edilizia due belle porzioni del parco di Santa Rita per la realizzazione di due palazzoni di cinque piani, una strada e un parcheggio”.
LA PROTESTA - I residenti e i cittadini tutti sono sul piede di guerra per quella che potrebbe essere una nuova colata di cemento al posto di uno spazio verde della città. Per questa sera, dopo quella per il “Gigante buono” di via Quarto, in via Amaseno è in programma a partire dalle 21 una veglia di protesta. “Dopo il Gigante Buono di via Quarto ci saranno altre vittime tra le meravigliose piante della nostra città. Portiamo un lumino, delle fiaccole, disegni e cartelli, ma soprattutto portate i bambini perché si stanno prendendo ciò che appartiene a loro” si legge sulla pagina Facebook creata per l’evento.

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palazzi al posto del Parco Santa Rita, la protesta dei cittadini

LatinaToday è in caricamento