Pannelli temporanei davanti all’ex mercato coperto, Lbc: “Soluzione contro il degrado”

Spiega il capogruppo Bellini: “Intervento necessario sia per la rimozione degli elementi di degrado, sia per il ripristino delle condizioni di salubrità. Ma come Comune non lasceremo soli i senzatetto”

Una soluzione alternativa e temporanea per risolvere la situazione di degrado nell’area antistante l’ingresso dell’ex mercato annonario di via Don Morosini: così il capogruppo di LBC in consiglio comunale Dario Bellini spiega le motivazioni che sono state alla base della proposta di istituire dei pannelli transitori proprio davanti alla struttura negli ultimi tempi divenuta una zona di rifugio per senzatetto. 

“Da quando ci siamo insediati in Consiglio comunale - spiega Bellini inuma nota - il mercato annonario di via Don Morosini è stato al centro di numerosi progetti che abbiamo vagliato perché strategicamente è un luogo deputato alla crescita economica e culturale del centro storico e di tutta la città. Si pone anche un problema sociale, di sanità, di sicurezza ed incolumità anche degli stessi senza fissa dimora che stazionano in quel luogo come i recenti fatti di cronaca dimostrano; alcuni giorni fa infatti, ignoti hanno lanciato alcuni fumogeni proprio in quegli spazi con un chiaro intento intimidatorio ed è inutile dire quanto la tragedia, da un’azione tanto stupida quanto scellerata, si sia sfiorata”.

“In diverse occasioni - prosegue il capogruppo di Lbc - i servizi sociali e il pronto soccorso sociale hanno invitato le persone che dormono su quelle scale a recarsi al dormitorio comunale ma la risposta è stata sempre negativa. Abc interviene periodicamente con azioni di pulizia e rimozione oltre che per problemi igienici anche per tentare di scoraggiare le persone che stazionano sulle scalinate. Si tratta di persone conosciute ai servizi che hanno deciso di non sottostare alle regole necessarie in una situazione comunitaria come quella del dormitorio comunale. Nonostante i diversi tentativi attuati, anche posizionando sulle scalinate grandi vasi con l’intento di impedire il pernottamento, e per qualche settimana lo stratagemma ha funzionato, le stesse persone hanno trovato comunque un modo, anche se più difficoltoso, di stare lì”.

“Abbiamo quindi deciso di intervenire con una soluzione alternativa e temporanea va avanti il consigliere comunale - che prevede l’apposizione di grandi pannelli in linea con quanto si vede in tutte le città italiane ed europee in occasione di grandi restauri e ristrutturazioni. L’intervento quindi si rende necessario sia per la rimozione degli elementi di degrado, sia per il ripristino delle condizioni di salubrità per il rispetto di chi vive e lavora nelle vie adiacenti.

L’Amministrazione comunale sta lavorando per trovare un nuovo futuro per quest’area, anche tramite l’intervento di partner privati, per farne uno spazio polifunzionale, luogo d’incontro, commerciale, culturale. Verranno scelti pannelli con una grafica che si integri al meglio con il contesto storico e nel suo pieno rispetto. Come Amministrazione - conclude bellini - non lasceremo da sole le persone che non potranno più dormire in quel luogo, continueremo a fornire loro assistenza e sostegno come per qualsiasi altra persone bisognosa all’interno del territorio comunale”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spaccio di droga e corruzione: 34 arresti a Latina. Coinvolti due agenti della polizia penitenziaria

  • Droga e corruzione in carcere, i nomi dei 34 arrestati dell'operazione "Astice"

  • Sezze, prostituzione minorile: 50enne fa sesso con una ragazzina pagando la madre

  • Astice e cocaina in carcere: in cambio di favori soldi e droga agli agenti corrotti

  • La buona sanità a Formia, bimbo cade e si rompe la milza: il chirurgo torna in ospedale e lo salva

  • Latina, giallo in via Sabaudia: trovato il cadavere di un uomo in auto

Torna su
LatinaToday è in caricamento