Patto per l’Attuazione della Sicurezza Urbana: la firma di Comune di Cori e Prefettura

In caso di co-finanziamento ministeriale verranno installati altri 10 impianti di videosorveglianza nelle periferie del paese. In fase di collaudo gli altri 18 già collocati nei centri urbani

Un “Patto per l’Attuazione della Sicurezza Urbana”: la firma nei giorni scorsi al Palazzo del Governo da parte del Comune di Cori e della Prefettura di Latina. 

Un accordo che, oltre a intensificare la collaborazione tra l’Amministrazione comunale e l’Ufficio Territoriale del Ministero dell’Interno e tra le Forze dell’Ordine e la Polizia Locale, consentirà all’Ente lepino di partecipare anche al Bando Ministeriale per l’assegnazione dei fondi di co-finanziamento per il potenziamento del sistema di videosorveglianza cittadina.

Il progetto elaborato dall’Ufficio Tecnico e dal Comando della Municipale, dal valore di circa 120mila euro, compresa la quota-parte comunale, prevede 10 impianti di videosorveglianza in altrettanti punti, per lo più di periferia, di cui 7 a Cori e 3 a Giulianello. Questi si aggiungerebbero alle 18 telecamere in fase di collaudo installate in altri 13 siti di Cori e 5 di Giulianello, soprattutto nei centri urbani, già co-finanziate dalla Regione Lazio. 

Superato il vaglio di conformità, il Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica inoltrerà la proposta al Viminale.

videosorveglianza_urbana_cori_1-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“In questo modo puntiamo a rafforzare il controllo del nostro territorio al fine di prevenire e contrastare episodi di criminalità che possono minare il senso di sicurezza delle persone, anche per mezzo di una maggiore concertazione con gli organi statali – spiegano il sindaco Mauro De Lillis e l’assessore al ramo Ennio Afilani -. Le ulteriori risorse che dovessero arrivare consentirebbero di estendere la vigilanza a distanza su gran parte delle aree sensibili del paese”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Priverno, cluster al centro dialisi: 14 i positivi. La Asl fa il punto della situazione

  • Coronavirus: un morto in provincia, sette nel Lazio e 18 positivi in più

  • Tragedia nelle acque del Circeo: sub accusa un malore in acqua e muore

  • Coronavirus Latina: due nuovi casi positivi in provincia. Muore una donna al Goretti

  • Coronavirus, i contagi tornano a crescere: 7 nuovi casi da nord a sud della provincia

  • Coronavirus: salgono a 549 i casi in provincia. Nel Lazio 20 positivi in più, i dati di tutte le Asl

Torna su
LatinaToday è in caricamento