rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca Formia

Furto di volumi e manoscritti storici, 5 arresti tra Formia e Verona

Passa anche per la città pontina l'indagine per peculato legata alla sottrazione nella storica biblioteca napoletana dei Girolamini di libri di grande valore storico

Gli arresti sono stati compiuti tra Verona e Formia. Passa anche per la provincia pontina l’indagine per peculato, scaturita da denuncia, legata alla sottrazione di volumi e manoscritti antichi di grande valore storico.

I provvedimenti sono stati eseguiti dai carabinieri per la Tutela del patrimonio artistico, su delega della Procura di Napoli; tutto è partito dal capoluogo campano e dalla biblioteca storica dei Girolamini da dove sono stati prelevati i volumi ritrovati la scorsa settimana in un deposito nella città di Verona.

L'inchiesta ha preso il via da una serie di denunce di sparizione di tomi e per il cattivo stato manutentivo della struttura partenopea.

Tra le persone finite in manette anche il direttore autosospeso della biblioteca storica partenopea residente ora a Verona dove sono stati rinvenuti i 240 libri sottratti; gli altri arrestati, fermati tutti tra la città veneta e Formia, sono tutti cittadini stranieri tra cui anche due cittadini argentini e una ragazza di nazionalità polacca.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furto di volumi e manoscritti storici, 5 arresti tra Formia e Verona

LatinaToday è in caricamento