Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca Formia

Formia, ricatti sessuali ed estorsioni: minore arrestato

L'adolescente filmava i rapporti con la sua fidanzatina, per poi minacciare di pubblicarli sul web. Denunciato anche da un'altra amica

Un adolescente senza scrupoli, che minacciava la fidanzatina di lasciarla per convincerla a rubare oggetti preziosi alla madre o per costringerla a rapporti sessuali. Per poi passare a un altro tipo di minacce e all’estorsione: chiedeva alla ragazzina - che ha meno di 14 anni - di pagare cifre ingenti per evitare che pubblicasse su Facebook i video dei loro incontri hard. Ma l’inquietante storia, che vede protagonisti due minori di Formia, è finita ieri sera, quando i carabinieri hanno provveduto, su richiesta della Procura dei minori di Roma, ad arrestare il ragazzo autore delle violenze fisiche e psicologiche.

Il minore è stato arrestato con l’accusa di estorsione, violenza sessuale su minori e diffusione a mezzo informatico di foto e filmati a contenuto pornografico. Contro di lui c’è anche la denuncia di un’altra minorenne, alla quale avrebbe estorto soldi con la minaccia di pubblicare sul web alcune sue foto.

Le indagini dei carabinieri di Formia, condotte assieme alla sezione di polizia giudiziaria della Guardia di Finanza presso la Procura dei minori, hanno ricostruito un quadro degradante. Il ragazzo avrebbe minacciato la sua fidanzata di lasciarla e intimorendola con altre pressioni psicologiche, se non gli avesse consegnato denaro e oggetti di valore che la ragazza avrebbe, nel tempo, sottratti alla madre. Nel febbraio 2013, poi, il minore avrebbe tentato di farsi consegnare dalla medesima minore la somma di 3.000 euro, con la minaccia, in caso contrario, di non restituirle un video in cui la ragazza sarebbe stata ripresa nel compimento di un atto sessuale.

Tra l’aprile e il maggio 2012 avrebbe ancora costretto la medesima ragazza a un rapporto orale, con la minaccia e costringendola con la forza, perché avrebbe diffuso su Facebook una o più immagini o filmati a contenuto pornografico in cui era coinvolta la vittima stessa.

A carico dell’indagato c’è una seconda accusa di estorsione, quella formulata per i fatti commessi tra novembre 2012 e gennaio 2013, quando l’indagato si sarebbe fatto consegnare da un’altra minore del denaro a più riprese, per un ammontare complessivo di 120 euro, con la minaccia, poi concretizzatasi, di pubblicare su Facebook una serie di fotografie ritraenti la vittima.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Formia, ricatti sessuali ed estorsioni: minore arrestato

LatinaToday è in caricamento