Cronaca Ponza

Affonda peschereccio a Livorno, un morto e un disperso di Ponza

L'incidente nelle Secce di Vada. Perde la vita Silverio Curcio di 64 anni, mentre ancora non è stato trovato suo figlio Davide di 37. Si è salvato Roberto Caddeo originario della Sardegna

Nella mattinata di oggi un peschereccio è affondato a largo di Livorno. Il tragico bilancio è di un morto e uno scomparso, entrambi originari di Ponza.

Si tratta di Silverio Curcio di 64 anni rimasto vittima dell’affondamento dell’imbarcazione “Santa Lucia II”, e di suo figlio Davide di 37 anni che invece ancora non è stato ritrovato.

La tragedia è avvenuta a metà mattinata, intorno alle 10.30, quando la barca di 14 metri è affondata nelle Secche di Vada, a circa 16 miglia a sud di Livorno. Per ora l’unico superstite è Roberto Caddeo, 37enne originario della Sardegna che era sull’imbarcazione insieme ai due Curcio.

Secondo le prime informazioni pare che il peschereccio sia precipitato in un punto in cui i fondali sono molto profondi, circa 60 o 70 metri, il che renderebbe ancora più difficile l’intervento dei sommozzatori dei vigili del fuoco. Per questo la società armatrice sta allertando una ditta specializzata con un sommozzatore esperto.

I tempi sono stretti, ma ancora la speranza di ritrovare Davide Curcio non è svanita.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Affonda peschereccio a Livorno, un morto e un disperso di Ponza

LatinaToday è in caricamento