Cronaca Gaeta

Gaeta, peschereccio in mare senza autorizzazioni: sequestro e denunce

L'operazione della guardia costiera; l'imbarcazione intercettata e controllata durante le attività di pesca, era priva di ogni documento di bordo e di sicurezza; denunciati il proprietario e i due pescatori

Peschereccio sequestrato, proprietario e pescatori denunciati. Questo il bilancio di un’operazione della guardia costiera che durante un servizio di controllo si è imbattuta in un motopeschereccio della lunghezza di 11 metri intento nell’attività di pesca nella rada di Gaeta.

Dopo le prime esitazione dei due uomini sull’imbarcazione, poi scortati fino alla banchina Caboto, i militari hanno proseguito con gli accertamenti scoprendo che il mezzo era privo di ogni documento di bordo e di sicurezza e risultava nei registri non operativo da oltre due anni.

Identificato il proprietario, di Gaeta, l’uomo è stato denunciato insieme ai due pescatori, per violazione delle norme in materia di sicurezza della navigazione. “La barca - spiegano dalla guardia costiera -, infatti, non è risultata esser stata sottoposta a quelle necessarie ed indispensabili visite tecniche che ne accertano l’idoneità alla navigazione nonché l’adeguamento sulla sicurezza e salute dei lavoratori marittimi a bordo delle navi da pesca”.

Dopo aver informato la Procura della Repubblica di Cassino, il peschereccio è stato posto sotto sequestro penale e il prodotto ittico, circa 130 chilogrammi, rinvenuto a bordo, ancora vivo, è stato rigettato in mare. Elevata anche una multa per circa 4mila euro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gaeta, peschereccio in mare senza autorizzazioni: sequestro e denunce

LatinaToday è in caricamento