Affondamento del Rosinella, recuperata una seconda salma dell'equipaggio

Ieri il recupero della prima salma da parte del cacciamone Gaeta della Marina Militare. Il peschereccio era scomparso il 19 aprile con a bordo tre persone

Individuata una seconda salma dell'equipaggio del peschereccio Rosinella, affondato nelle acque di Formia il 19 aprile. E' di ieri pomeriggio il rinvenimento del primo dei tre corpi dei pescatori presenti sull'imbarcazione, il comandante Giulio Oliviero, Kmalifa ed Saipeddine Sassi, padre e figlio.

L'imbarcazione era scomparsa un mese fa e dopo alcuni giorni il relitto era stato individuato a sud di Formia. Proseguendo l'attività di ieri, nel corso della quale è stata individuata una prima salma, il cacciamine Gaeta della Marina Militare, ha individuato una seconda salma.

Al momento, la salma non è stata identificata.

Il cacciamine Gaeta continua le operazioni di investigazione subacquea in zona.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 236 nuovi casi in provincia e altre quattro vittime del covid da Latina e Fondi

  • Coronavirus Latina: ancora 260 nuovi casi in provincia. Un altro decesso

  • Coronavirus Latina: la curva non scende, 244 nuovi casi in provincia. Altri 3 decessi

  • Coronavirus, la curva continua a salire: altri 236 casi, ancora sette morti in 24 ore

  • Coronavirus Latina: si impenna ancora la curva, 274 i nuovi casi. Altri 6 decessi

  • Coronavirus, racconto dal reparto dei pazienti gravi: "Covid contagiosissimo e pericoloso. L'età si abbassa"

Torna su
LatinaToday è in caricamento