rotate-mobile
Martedì, 9 Agosto 2022
Cronaca

Aggressione al Carrefour, condanna confermata per Ciaravino e la Ciarelli

La sentenza della Corte d’Appello: due anni e dieci mesi a lui, due anni e quattro mesi a lei per lesioni gravi e violenza privata

Condanne confermate dalla Corte d’Appello quelle a carico di Matteo Ciaravino e Valentina Ciarelli per l’aggressione al vigilante del supermercato Carrefour di via del Piccarello del gennaio 2018. L’addetto alla sorveglianza si era insospettito alla vista del gruppetto ed era stato selvaggiamente picchiato riportando una serie di fratture al volto.

La prima sezione penale ha dunque confermato i due anni e dieci mesi a Ciaravino e i due anni e quattro mesi alla Ciarelli come da sentenza di primo grado del giudice monocratico del Tribunale di Latina Simona Sergio. I due hanno agito in concorso con Roberto Ciarelli, tuttora in carcere per questo reato, dopo che - ottenuti i domiciliari – era stato nuovamente arrestato per aver violato le prescrizioni imposte.

I primi due, quindi, restano ai domiciliari, dove tuttora sono detenuti in esecuzione di questa pena. Nessuno sconto, pur invocato con forza dai difensori, Aurelio Cannatelli e Francesco Vasaturo, che avevano puntato tutto sul ruolo marginale avuto da costoro per quanto accaduto, dopo che Roberto Ciarelli aveva ammesso sostanzialmente i fatti, facendosi giudicare con rito abbreviato. Ciaravino, già condannato con sentenza definitiva per l’omicidio di Matteo Vaccaro, si era presentato in Questura il giorno dopo l’aggressione e lo stesso aveva fatto Roberto Ciarelli costituendosi a Pescara. Per tutti l’accusa è di lesioni gravi e violenza provata. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggressione al Carrefour, condanna confermata per Ciaravino e la Ciarelli

LatinaToday è in caricamento