Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca Latina Lido

Piano degli arenili, Fioravante: “No alla privatizzazione del lido”

Il piano sarà discusso presto in Consiglio: una buona parte di spiaggia libera potrebbe essere data in affidamento a stabilimenti e privati

Una buona parte di spiaggia libera potrebbe essere data in affidamento a stabilimenti e privati. Una decisione, che non va giù al consigliere comunale di Latina, Marco Fioravante, che durante il Consiglio di martedì 4 giugno, tra i cui punti all’ordine del giorno figura l’”Adozione del piano di utilizzazione degli arenili del Comune di Latina”, esprimerà le sue perplessità rispetto al modo in cui  l’amministrazione vorrà organizzare le spiagge sul lungomare.

“Leggendo il progetto e le carte messe a disposizione dall’amministrazione – afferma Marco Fioravante – si evincono diverse pecche tecniche che evidenzierò durante l’intervento previsto nel Consiglio. Ad oggi, però, già si possono sottolineare le ripercussioni sociali che la riorganizzazione degli arenili, così come consegnata dall’attuale maggioranza, potrà avere negli spiaggianti abituali. Infatti, nel progetto è previsto un aumento importante degli stabilimenti balneari con conseguente privatizzazione di una buona parte di spiaggia compresa tra Foceverde e Capoportiere. Una soluzione, questa, che sicuramente andrà a colpire in maniera importante tutte quelle famiglie che, fino allo scorso anno, frequentavano la spiaggia libera di Latina portandosi da casa asciugamani e sdraio limitando in maniera importante le spese”.

“Privatizzare larghi spazi di spiaggia pubblica, infatti, vuol dire porre un grosso macigno a pensionati e alle famiglie in difficoltà che sceglievano il mare di Latina durante i week end estivi. Stando ai prezzi dello scorso anno un ombrellone costa 20 euro (nei festivi e pre festivi), ed una sdraio 5 euro. Lo scorso anno, infine, affittare lettino e ombrellone per l’intera stagione poteva costare fino a 750 euro. Per una normale famiglia di quattro persone, quindi, è facile arrivare a spendere 50-60 euro al giorno tra le attrezzature a noleggio, il parcheggio ed un panino”.

“Credo che l’amministrazione, in questo momento di difficoltà economica – afferma il consigliere Marco Fioravante –, debba pensare anche a chi vorrebbe continuare a frequentare il lungomare di Latina senza spendere cifre proibitive. Proprio per questo credo si debbano mettere in campo delle soluzioni che aiutino i residenti nel comune di Latina a spendere meno nei parcheggi e ad avere delle agevolazioni nell’utilizzo delle spiagge. Una vera riorganizzazione dei nostri arenili, quindi, credo debba per forza passare attraverso un’attenta valutazione sociale ed economica delle scelte organizzative che si andranno a prendere da oggi e per i prossimi anni”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piano degli arenili, Fioravante: “No alla privatizzazione del lido”

LatinaToday è in caricamento