rotate-mobile
Cronaca

Aveva malmenato la fidanzata alle autolinee, condannato a due anni

Processo per direttissima ad un 26enne accusato di lesioni: aveva fratturato un dito alla vittima

E' stato condannato a due anni di reclusione il ragazzo che nel gennaio scorso era stato arrestato per avere aggredito e malmenato la sua ragazza provocandole anche una frattura al dito della mano.

Questa mattina in Tribunale davanti al giudice monocratico Velardi si è concluso il processo per direttissima al giovane che era chiamato a rispondere sia di maltrattamenti in famiglia che di lesioni.

Il 23 gennaio nel corso di un'accesa lite alla stazione delle autolinee di Latina il 26enne aveva picchiato la sua ragazza sotto gli occhi di alcuni passanti che avevano chiamato la polizia. La vittima si era dovuta far medicare al pronto soccorso del Goretti per una frattura ad un dito e altre lesioni giudicate guaribili in trenta giorni. Nel processo di quasta mattina l'accusa aveva chiesto una condanna a due anni e due mesi ma alla fine l'imputato è stato assolto dal reato di maltrattamenti in famiglia e condannato per le sole lesioni, a due anni di reclusione. Avendo alcuni precedenti lper lui non c'è stata nessuna sospensione condizionale della pena.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aveva malmenato la fidanzata alle autolinee, condannato a due anni

LatinaToday è in caricamento