Picchia e minaccia i genitori per i soldi, arrestato 21enne di Sezze

Il giovane, tossicodipendente già noto alle forze dell'ordine, è stato raggiunto da un ordinanza di custodia cautelare in carcere. Dopo l'arresto per lui si sono aperte le porte della casa circondariale di Latina

È accusato di aver più volte picchiato e minacciato i genitori per ottenere da loro del denaro. Nella giornata di ieri i carabinieri hanno arrestato un giovane di 21 anni di Sezze.

I carabinieri hanno fatto scattare le manette ai polsi del ragazzo, tossicodipendente e già noto alle forze dell’ordine, dando esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del tribunale di Latina.

L’autorità giudiziaria, infatti ha concordato con i risultati dell’indagini condotta dai militari. Indagini che hanno permesso di fare luce sui reati commessi dal giovane, il quale in diverse circostanze avrebbe ripetutamente picchiato e minacciato i genitori con i quali viveva per ottenere del denaro, costringendoli così a vivere in clima di terrore.

Dopo l’arresto, espletate le formalità di rito, il 21enne è stato trasferito presso la casa circondariale di via Aspromonte a Latina.

Solo qualche giorno fa un episodio analogo si era verificato a Fondi; in manette in quella circostanza un uomo di 41 anni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il paziente piange, l'infermiera del reparto covid si ferma e lo rassicura. Lo scatto diventa virale

  • Coronavirus Latina: lutto nell’Arma dei Carabinieri, muore l’appuntato Alessandro Cosmo

  • Coronavirus: Lazio in zona arancione. Nuove restrizioni anche per la provincia di Latina

  • Vaccini agli over 80: avviso ai medici di medicina generale. Si parte il primo febbraio

  • Coronavirus Latina: sono 119 i nuovi casi positivi in provincia. Un altro decesso

  • Coronavirus, Lazio a rischio zona arancione: cosa cambia per la provincia di Latina

Torna su
LatinaToday è in caricamento