Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca

Picchia brutalmente la moglie per farla prostituire, arrestato marito violento

L’uomo ha aggredito e minacciato con un coltello i carabinieri intervenuti nell’abitazione, ferendone uno alla mano. In manette un giovane di 23 anni protagonista del violento episodio avvenuto a Latina

Bruttissimo episodio di violenza tra le mura domestiche proprio nel giorno dell'8 marzo: una donna è stata brutalmente picchiata dal marito che voleva farla prostituire. Provvidenziale l’intervento dei carabinieri che hanno tratto in salvo la donna e fatto scattare le manette ai polsi dell’uomo.

I fatti nel capoluogo pontino nel primo pomeriggio di ieri quando un giovane di 23 anni originario della Repubblica domenicana ha picchiato la moglie con calci e pugni perchè lei si era rifiutata di esercitare l’attività di meretricio.

L’allarme per una lite domestica è scattato intorno alle 14.30 con i carabinieri che, quando si recati presso l’abitazione, hanno cercato di riportare il giovane marito alla calma. Il ragazzo, invece, nonostante i ripetuti inviti, in preda ad un raptus di follia si è armato di un coltello da cucina con cui si è scagliato contro i militari minacciandoli e ferendone uno alla mano destra.

Dopo una breve colluttazione il 23enne è stato bloccato e arrestato per minaccia e resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali e tentato omicidio, e poi trasferito presso la casa circondariale di via Aspromonte. La donna sottoposta alle cure dei sanitari in ospedale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchia brutalmente la moglie per farla prostituire, arrestato marito violento

LatinaToday è in caricamento