Alla riscoperta delle tradizioni, premiata la poesia dialettale degli studenti di Sermoneta

I ragazzi della scuola "Donna Lelia Caetani" primi all'importante Premio Vincenzo Scarpellino, riservato a poesie e stornelli in dialetto di tutto il Lazio; riconoscimento anche per gli studenti di Maenza

Importante riconoscimento per la poesia dialettale degli studenti di Sermoneta. I ragazzi della scuola "Donna Lelia Caetani” hanno infatti vinto l'importante Premio Vincenzo Scarpellino, riservato a poesie e stornelli in dialetto di tutto il Lazio e giunto alla VI edizione. 

Tra le varie scuole della regione Lazio che hanno partecipato al Premio Vincenzo Scarpellino (un poeta dialettale romanesco deceduto qualche anno fa) sono state premiate solo 3 scuole: una scuola di Roma, una di Maenza e, appunto, Sermoneta.

Le poesie in dialetto sermonetano che hanno partecipato e vinto sono state selezionate dal concorso di poesie "Sermonet'Amo", ideato e organizzato dall'Archeoclub di Sermoneta, con il Presidente onorario Dante Ceccarini, al quale spetta la prima idea della riscoperta, valorizzazione e diffusione verso i giovani del dialetto sermonetano, e con l'attuale Presidente Sonia Testa in collaborazione con l'Amministrazione comunale di Sermoneta.

“In 5 anni di Sermonet’Amo - ricordano dall’amministrazione comunale - i ragazzi della scuola primaria e secondaria di Sermoneta hanno composto ben 600 poesie in dialetto. In questo modo si è assistito in questi anni ad una rinascita del dialetto, apprezzato soprattutto da parte delle nuove generazioni, aiutate e consigliate dalle vecchie generazioni. Lo scopo dell'Archeoclub di Sermoneta non è certo quello di sostituire il dialetto alla lingua italiana, ma di affiancarla; in questo modo si permette ai ragazzi di apprezzare e scoprire le radici e le tradizioni di Sermoneta, di attingere a piene mani dalla cultura popolare, prevalentemente agricola, di Sermoneta, apprezzando le arguzie, la musicalità e l'autoironia del dialetto sermonetano".

I ragazzi vincitori sono: Adamczyk Kasper e Giagoni Manuel (II B Doganella) con Gl'ulivo, Francesco Maria Grassini e Michele Del Prete (IV B Pontenuovo) con Jó gufo, Angelo di Lauro (IV Centro Storico) con Vita aglio paese, Antimo Letizia (IV A Pontenuovo) con E' sera, Chiara Testani (V Sermoneta scalo) con l'ammicìzzia pe' mmì.

L'appuntamento per la premiazione è per sabato 11 giugno alle ore 17 presso il Centro Culturale Lepetit di Roma.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Pontina: investito da un tir, muore un uomo di 43 anni

  • Coronavirus Latina, la curva sale ancora: 260 nuovi contagi in provincia. Tre i decessi

  • Coronavirus Latina: sono 169 i nuovi casi positivi in provincia. Altri tre decessi

  • Coronavirus Latina: nuovi casi ancora sopra i 200 in provincia. Altri 6 decessi

  • Coronavirus, altri 209 contagi e tre morti in provincia. Boom di casi a Terracina

  • Morto dopo un inseguimento, la guardia giurata condannata a nove anni per omicidio

Torna su
LatinaToday è in caricamento