Sabato, 15 Maggio 2021
Cronaca

Tre arresti e 12 denunce in una settimana, più di 100 le multe: il bilancio della polizia

A stilarlo la Questura; controllati anche 564 veicoli ed identificate oltre 1600 persone

Tre arresti e 12 denunce: questi alcuni dei numeri che raccontano l’attività condotta dagli uomini della polizia nell’ultima settimana in tutto il territorio provinciale. Un bilancio stilato oggi dalla Questura.

Nell’ambito dell’attività di prevenzione e contrasto ai reati, a cui sono stati destinati oltre 200 equipaggi della polizia cui si sono aggiunte anche 6 unità del Reparto Prevenzione Crimine Lazio, sono state identificate 1606 persone, controllati 564 veicoli ed elevati 101 contravvenzioni per violazioni al codice della strada, con il ritiro di 8 carte di circolazione, 5 patenti e 4 veicoli sequestrati amministrativamente. Sono stati inoltre effettuati, in aggiunta alle ordinarie attività di controllo del territorio, 79 posti di blocco.

Tre come detto gli arrestati nella settimana che si sta per concludere. Gli investigatori della Squadra Mobile hanno tratto in arresto per evasione un uomo di origini romene, già responsabile di minaccia e maltrattamenti in famiglia. In manette anche un 43enne di origini tunisine: gli uomini della Squadra Volante hanno dato esecuzione ad un ordine di carcerazione per tentato omicidio emesso nei confronti dell'uomo che deve espiare una condanna a 4 anni e 2 mesi di reclusione in quanto nel 2002 si rese responsabile di tentato omicidio ai danni di un connazionale nel corso di una lite scaturita per futili motivi, colpendolo gravemente al torace. Sempre la Squadra Volante ha arrestato un 54enne che, già sottoposto alla misura degli arresti domiciliari, si è reso responsabile di evasione per continuare a commettere furti.

Sono state invece 12 le denunce in stato di libertà per diversi reati quali minaccia, resistenza e oltraggio a Pubblico Ufficiale, truffa, violenza privata, percosse, atti persecutori, frode informatica, diffamazione e procurato allarme all’Autorità Giudiziaria. Un cittadino italiano è stato segnalato alla Prefettura giacché assuntore di sostanze stupefacenti.

Per 8 persone è scattata invece la misura di prevenzione dell’avviso orale e del divieto di ritorno con foglio di via obbligatorio nei confronti di 8 persone. Sempre a cura della Divisione Polizia Anticrimine, a due donne con diversi precedenti per vari reati è stato fatto divieto di ritorno nel comune di Terracina per 3 anni e sono state rimpatriate con foglio di via obbligatorio al comune di residenza o domicilio, in quanto sorprese ad aggirarsi con fare sospetto nelle vicinanze di abitazioni private ed attività commerciali. Analogo provvedimento è stato adottato nei confronti di due uomini, anche loro con diversi precedenti, che per le vie del centro di Latina, con fare incalzante e molesto avvicinavano i passati per vendere delle foto di Diego Armando Maradona. I due, domiciliati in Piemonte dove attualmente per l’emergenza COVID-19 vige il divieto di spostamento se non per validi e comprovati motivi, sono stati anche sanzionati per aver contravvenuto al divieto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tre arresti e 12 denunce in una settimana, più di 100 le multe: il bilancio della polizia

LatinaToday è in caricamento