rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
La campagna tra i giovani

“La Polizia va a scuola”: il questore Spina incontra gli studenti del San Benedetto

Proseguono gli appuntamenti nell’ambito della campagna voluta dalla Questura con l’ l’Ufficio Scolastico Provinciale. Il confronto con i ragazzi dell'Agrario a cui è stata assegnata l'area verde di via Goya confiscata alla criminalità

Proseguono gli incontri organizzati dalla Questura di Latina nell’ambito dell’iniziativa “La Polizia va a scuola” in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Provinciale, pensata per analizzare ed approfondire le problematiche del mondo giovanile e stimolare la consapevolezza della cultura della legalità quale strumento necessario per la costruzione di una comunità civile e propositiva.

Il prossimo appuntamento è domani, giovedì 7 aprile, presso l’istituto San Benedetto dove il questore di Latina Michele Maria Spina, accompagnato dal dirigente della Divisione Polizia Anticrimine Alessandro Tocco, incontrerà gli studenti per analizzare ed approfondire le problematiche connesse alla diffusione di sostanze stupefacenti e psicotrope, soprattutto tra i giovani, al fine di "illustrare la possibile 'interazione' tra sostanze psicoattive e dipendenze comportamentali, nella consapevolezza che tali fenomeni possono essere arginati attraverso un deciso cambiamento culturale e mediante una incisiva attività di prevenzione, che si realizza grazie alla conoscenza e al dialogo".

Nella circostanza sarà inoltre presente una unità cinofila antidroga della Polizia di Stato della Scuola di Nettuno, Reparto di eccellenza per la formazione di quella specialità, che darà vita ad una serie di esercizi simulati, fornendo prova dell’eccezionale fiuto del cane poliziotto nel rinvenire sostanze stupefacenti sapientemente nascoste. L’incontro, spiegano dalla Questura di Latina “intende sottolineare, ancora una volta, l’interesse rivolto dalla Polizia di Stato all’istituzione scolastica, baluardo contro le illegalità; la Questura di Latina affiancherà l’istituto nella gestione del fondo confiscato per vigilare che lo spazio riconquistato resti finalmente e definitivamente a disposizione della cittadinanza”.       .

Proprio l’istituto San Benedetto in occasione della Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, è stato protagonista di un momento importante come l’inaugurazione dell’area verde di Via Goya, il terreno confiscato a seguito delle indagini condotte dagli investigatori della Questura di Latina nei confronti di una nota famiglia criminale che imperversava nel capoluogo, che è stato assegnato allo stesso Istituto d’Istruzione che, attraverso i suoi alunni, ha provveduto ad una sua piena riqualificazione per restituirlo alla cittadinanza quale patrimonio di tutti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“La Polizia va a scuola”: il questore Spina incontra gli studenti del San Benedetto

LatinaToday è in caricamento