rotate-mobile
Sabato, 29 Gennaio 2022
L'aggressione

Lite in un’abitazione finisce nel sangue, 35enne accoltellato. Due arresti dei carabinieri

L’intervento dei militari: l’uomo ferito con un coltello ad una gamba e trovato immobilizzato a terra è stato soccorso e portato in ospedale. In arresto due conoscenti

E’ finita nel sangue una lite nata per futili motivi scoppiata nella serata di ieri in un’abitazione di Pomezia dove i carabinieri hanno poi arrestato due uomini. Per loro, un 31enne italiano e un 45enne di origini romene, le accuse sono di lesioni personali aggravate in concorso; la vittima è un 35enne anche lui di origini romene ferito con un coltello ad una gamba e subito portato in osepdale.

I fatti sono accaduti in un’appartamento via Fratelli Bandiera dove gli uomini dell’Aliquota Radiomobile di Pomezia, in servizio di pronto intervento nell'area del centro urbano, sono intervenuti in seguito ad una chiamata al numero di emergenza 112 che segnalava una violenta lite. 

Appena giunti sul posto i carabinieri  hanno sorpreso i due uomini intenti in una colluttazione con il 35enne, loro conoscente, che immobilizzato a terra era appena stato colpito ad una gamba con un coltello da cucina.

L'intervento dei militari, quindi, ha scongiurato più gravi conseguenze per la vittima, che è stata trasportata e medicata presso la clinica Sant'Anna. Subito bloccati, i due uomini sono stati arrestat; in attesa della celebrazione del rito direttissimo sono stati portati in caserma e trattenuti nelle camere di sicurezza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lite in un’abitazione finisce nel sangue, 35enne accoltellato. Due arresti dei carabinieri

LatinaToday è in caricamento