rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca

Minacce no vax a Draghi, Mattarella e al ministro Speranza: quattro persone indagate

Alcune perquisizioni sono state effettuate dalla Digos a Roma, Milano e Pomezia

Minacce no vax rivolte al presidente del Congilio Mario draghi, al presidente della Repubblica Sergio Mattarella e al ministro della Salute Roberto Speranza. A vario titolo, a seconda delle posizioni, quattro persone risultano indagate per il reato di minacce aggravate, vilipendio della Repubblica e delle istituzioni e offesa all'onore e al prestigio del presidente della Repubblica.

Tre degli indagati, residenti rispettivamente a Roma, Pomezia e Milano, di età compresa fra i 40 e i 60 anni, sono stati perquisiti dalla Digos della Questura di Roma e dalla polizia postale nell'ambito di un'inchiesta coordinata dalla procura di Roma.

Le minacce e gli insulti erano stati rivolti ai vertici delle istituzioni in relazione alle misure introdotte per contrastare il diffondersi dei contagi da covid. I contenuti dei profili social analizzati dagli investigatori avevano in prevalenza carattere negazionista e no vax. Secondo quanto emerso dall'attività investigativa, gli indagati, oltre a rilanciare fake news attraverso vari pseudonimi, avevano creato profili social che utilizzavano proprio per far partire le minacce e diffonderle sul web.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minacce no vax a Draghi, Mattarella e al ministro Speranza: quattro persone indagate

LatinaToday è in caricamento