Pomezia, sequestrate 5.600 zanzariere elettriche ritenute pericolose. Una denuncia

L’attività dei funzionari dell’Agenzia Dogane e Monopoli; deferito l’importatore

Sono state sequestrate a Pomezia 5.600 zanzariere elettriche ritenute pericolose e destinate al mercato nazionale.

L’attività è dei funzionari della locale Agenzia Dogane e Monopoli impegnati nei servizi istituzionali riferiti ai controlli doganali delle merci in tema di "sicurezza dei prodotti". Le zanzariere, viene spiegato, presentavano il particolare rischio dovuto alle cosiddette "parti in tensione" che risultavano accessibili attraverso la griglia della gabbia metallica. Gli accertamenti tecnici sono stati effettuati attraverso l'Istituto IMQ che confermava la difformità dei prodotti importati.

L'importatore è stato denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Velletri per violazione dell'art. 112 c.2 del Codice del Consumo e art. .517 Codice Penale per aver introdotto nel territorio doganale dell'Unione Europea, al fine dell'importazione, prodotti industriali con segni mendaci.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il paziente piange, l'infermiera del reparto covid si ferma e lo rassicura. Lo scatto diventa virale

  • Coronavirus Latina: lutto nell’Arma dei Carabinieri, muore l’appuntato Alessandro Cosmo

  • Coronavirus: Lazio in zona arancione. Nuove restrizioni anche per la provincia di Latina

  • Vaccini agli over 80: avviso ai medici di medicina generale. Si parte il primo febbraio

  • Coronavirus Latina, altra impennata: 382 nuovi casi in provincia. Un decesso

  • Coronavirus Latina: sono 119 i nuovi casi positivi in provincia. Un altro decesso

Torna su
LatinaToday è in caricamento