Pomezia, gestivano un’attività di spaccio: tre pusher arrestati dai carabinieri

Nel corso delle attività riscontrate più di 200 cessioni di dosi di droga a decine di assuntori. Uno degli arrestati deve rispondere anche di estorsione

(immagine di archivio)

Gestivano un’attività di spaccio sul litorale laziale tra Pomezia e Torvaianica: tre arresti da parte dei carabinieri al temine di una mirata indagine condotta dai carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della locale Compagnia. I militari hanno dato esecuzione all’ordinanza di applicazione di misure cautelari emessa dal Tribunale di Velletri su richiesta della Procura Veliera nei confronti di tre persone di 41, 35 e 36 anni. Tutte devono rispondere del reato di detenzione e spaccio di sostanza stupefacente.

Le indagini si sono estese nel periodo compreso tra la fine di ottobre 2017 e il luglio 2018: l’attività dei carabinieri trae origine dai numerosi controlli sul territorio durante i quali diversi soggetti sono stati trovati in possesso di dosi di diversi tipi di sostanze stupefacenti, tutti successivamente segnalati alla Prefettura, quali assuntori. I militari hanno così avviato una mirata indagine che ha permesso di identificare i tre pusher, i quali gestivano l’approvvigionamento e lo spaccio al dettaglio di varie sostanze stupefacenti, in concorso tra loro. Nel corso delle attività sono state riscontrate più di 200 cessioni di dosi di droga a decine di assuntori, nell’area di Pomezia e Torvajanica, con il sequestro di circa 100 dosi tra cocaina, hashish e marijuana.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Inoltre, il 36enne deve rispondere anche del reato di estorsione per aver costretto, mediante violenza e minacce, due soggetti a consegnare somme di denaro, quale pagamento della droga già ceduta.
I tre destinatari delle misure cautelari sono stati posti ai domiciliari di cui due presso le loro abitazioni di residenza ed uno presso una cooperativa sociale dove stava già scontando una misura cautelare per reati analoghi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Festa di nozze con 80 invitati, arrivano i carabinieri: tutti multati

  • Coronavirus, allerta arancione nel Lazio: 795 casi. D'Amato: "Si teme un peggioramento"

  • Coronavirus, contagi inarrestabili. Nel Lazio quasi 600 nuovi casi, in provincia 47 in più

  • Coronavirus, l'ondata non si ferma: 64 nuovi contagi, 21 sono a Latina

  • Coronavirus: altri 49 contagi in provincia. I numeri più alti a Latina, Cisterna ed Aprilia

  • Coronavirus, 543 casi nel Lazio su 15.500 tamponi effettuati in 24 ore. Cinque morti, 112 guariti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento