menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vigilante ferito alla testa: arrestato per tentato omicidio un 19enne, è un collega

Le indagini dei carabinieri di Pomezia che hanno fatto luce sulla vicenda: grave un 53enne originario di Terracina, agli arresti un ragazzo di Aprilia

Svolta nelle indagini dei carabinieri di Pomezia sul giallo dell'Interporto di Santa Palomba dove un vigilante è stato trovato con una profonda ferita alla testa: i militari hanno arrestato con l’accusa di tentato omicidio un ragazzo di 19 anni, anche lui vigilante, trovato nella sua casa di Aprilia.

Come scrive Mauro Cifelli su RomaToday, i fatti sono accaduti intorno alle 2.30 di questa notte quando il giovane ha colpito alla testa con una cesoia il collega, un uomo di 53 anni originario di Terracina ma anche lui residente ad Aprilia. Secondo quanto ricostruito, alla base del gesto ci sarebbe un rimprovero da parte del 53enne nei confronti del 19enne per chiedergli di impegnarsi di più nel lavoro che stavano svolgendo insieme nell'area industriale. Poi la fuga senza allertare i soccorsi.

Il corpo del vigilante ferito è stato trovato solo intorno alle 4.30 da un autotrasportatore che non riusciva ad uscire con il proprio mezzo pesante perché la sbarra era rimasta chiusa. Per questo il camionista ha deciso di andare a controllare nel gabbiotto trovando il 53enne ferito e ha allertato i soccorsi. Il vigilante è stato prima trasportato in ambulanza all'ospedale Sant'Anna di Pomezia e poi trasferito al San Camillo di Roma dove il è stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico e dove si trova ancora in gravissime condizioni.

Raggiunto dai carabinieri in casa poche ore dopo, invece, il 19enne ha confessato quanto accaduto. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cucina

    La tradizione in tavola: la Carbonara

  • Cucina

    La tradizione in tavola: la pastiera napoletana

Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento