rotate-mobile
Domenica, 29 Maggio 2022
Il caso

Caro carburante, tir sulla Pontina: la protesta degli autotrasportatori

Anche questa mattina, 23 febbraio, diversi mezzi pesanti sono stati segnalati all'altezza della Migliara 53. Astral Infomobilità segnala disagi per il traffico

"Senza aiuti non possiamo andare avanti" dicono le imprese dell’autotrasporto. Alcuni blocchi spontanei dalla giornata di ieri, 22 febbraio, hanno riguardato il Lazio, la Sicilia, il Molise e la Puglia. E sono solo un assaggio di quello che potrebbe succedere per il caro carburante che sta mettendo seriamente in difficoltà il comparto rischiando di provocare conseguenze anche in molti altri settori economici del Paese. Le piccole e medie imprese sono al collasso. I costi per l’approvvigionamento di carburante rappresentano il 30% dei costi totali di gestione; ci sono realtà che rischiano di non poter andare avanti con prezzi così elevati.

Intanto, anche questa mattina decine di tir e mezzi pesanti hanno invaso la Pontina, all'altezza della rotonda della Migliara 53, proprio in segno di protesta come già accaduto nella tarda mattinata di ieri. 

Il servizio Astral Infomobilità segnala inevitabili ripercussioni sul traffico e disagi per gli automobilisti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caro carburante, tir sulla Pontina: la protesta degli autotrasportatori

LatinaToday è in caricamento