Matrimonio con 80 invitati a Pontinia, il sindaco: "E' inaccettabile, hanno messo tutti a rischio"

Il primo cittadino di Pontinia annuncia l'avvio di controlli sanitari per scongiurare cluster

Il sindaco di Pontinia Carlo Medici

"Quanto accaduto nel nostro Comune risulta inaccettabile. Un cospicuo gruppo di cittadini ha deliberatamente e coscientemente violato il decreto vigente mettendo tutti a rischio. Sono stati degli irresponsabili". Anche il sindaco di Pontinia Carlo Medici commenta quanto accaduto nel suo comune, dove una coppia di sposi ha deciso di festeggiare il matrimonio invitando 80 persone in aperta violazione del nuovo Dpcm del Governo.

"Condanno fermamente il comportamento di queste persone perché, per un egoismo personale di pochi - aggiunge il sindaco - rischiamo di vanificare il duro lavoro fatto finora per tenere a bada questo virus. I nostri sforzi, quelli di tutte le cittadine e i cittadini di Pontinia rispettosi delle regole, attenti e responsabili  che rappresentano la maggioranza della nostra comunità, sono stati vanificati facendoci passare alla ribalta delle cronache per un singolo episodio. Ringrazio la polizia locale e i carabinieri intervenuti per aver interrotto una così grave violazione della legge, mettendo a rischio la loro stessa salute pur di interrompere quel "festeggiamento" e salvaguardarci tutti, perché ricordiamolo: se queste 82  persone non fossero state individuate e segnalate, sarebbero andate in giro sprezzanti delle regole con il concreto rischio di diffondere il virus in maniera incontrollabile ed irreversibile. Il lavoro delle forze dell'ordine è più che mai fondamentale in questo memento". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Stiamo già collaborando con la Asl di Latina e con la Regione Lazio - ha poi precisato il sindaco di Pontinia - per provvedere ad effettuare i controlli sanitari necessari per scongiurare la creazione di un cluster e la sua diffusione". 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Festa di nozze con 80 invitati, arrivano i carabinieri: tutti multati

  • Tragedia a Latina, precipita dal 14esimo piano del grattacielo Pennacchi: muore un ragazza

  • Coronavirus, allerta arancione nel Lazio: 795 casi. D'Amato: "Si teme un peggioramento"

  • Coronavirus, nuovo record in provincia: 78 casi in un giorno. Solo a Latina 35 contagi

  • Coronavirus, contagi inarrestabili. Nel Lazio quasi 600 nuovi casi, in provincia 47 in più

  • Coronavirus, l'ondata non si ferma: 64 nuovi contagi, 21 sono a Latina

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento