Attività di tatuaggi senza attrezzature e nulla osta: il sindaco di Pontinia dispone la chiusura

Il provvedimento emesso dopo una segnalazione e il controllo dei carabinieri del Nas

Un'attività di tatuaggi chiusa con un'ordinanza del sindaco dopo le ispezioni del Nas di Latina. E' successo a Pontinia, dove i carabinieri hanno verificato che la persona titolare dell'attività esercitava la professione di tatuatore in uno studio privo delle prescritte attrezzature, dei requisiti strutturali e inoltre senza aver presentato la Scia e richiesto il nulla osta igienico sanitario.

Una condizione in aperto contrasto con quanto previsto dalla vigente normativa regionale che disciplina questa specifica attività. Il Nas ha quindi inviato una segnalazione al Comune di pontinia e il sindaco ha emesso un'ordinanza di chiusura e sospensione dell'esercizio. Il valore della struttura chiusa ammonta a circa 120mila euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il paziente piange, l'infermiera del reparto covid si ferma e lo rassicura. Lo scatto diventa virale

  • Coronavirus Latina: lutto nell’Arma dei Carabinieri, muore l’appuntato Alessandro Cosmo

  • Coronavirus: Lazio in zona arancione. Nuove restrizioni anche per la provincia di Latina

  • Coronavirus Latina, altra impennata: 382 nuovi casi in provincia. Un decesso

  • Coronavirus Latina: sono 119 i nuovi casi positivi in provincia. Un altro decesso

  • Coronavirus, Lazio a rischio zona arancione: cosa cambia per la provincia di Latina

Torna su
LatinaToday è in caricamento